Enjoy food, travels and life

Finalmente! Ormai non speravo più di riuscire a pubblicare questa "ricetta". Tutti i blog l'hanno pubblicata mesi or sono, ma si sa che dall'alto dei nostri mille metri di quota fiori, frutta e verdura di stagione arrivano sempre con un certo ritardo. E siccome è la natura che comanda rispettiamo i suoi tempi e aspettiamo pazientemente.

Domenica scorsa passeggiando con il nostro cagnolone dolcissimo (per chi non lo ricorda eccolo qua) sono passata in mezzo a meravigliosi campi fioriti di ogni varietà e colore ma dove solo uno era il profumo che la faceva da padrone, ossia quello inconfondibile, dolciastro e buonissimo dei fiori del sambuco.
Ho visto delle belle infiorescenze nei rami più alti, le ho prese e portate a casa.

Da domenica anche la nostra casa profuma di sambuco e mio suocero sapendo che mi piace tanto me ne porta (o me lo fa portare dai miei nipotini) di fresco ogni due giorni e così a distanza di una settimana, oltre ad aver messo in cantiere altri tre barattoli come questo qua sotto, ho sempre dei fiori freschi in casa che rinfrescano l'ambiente e che rallegrano la tavola.

Preparare in casa Sciroppo di fuori di sambuco bevanda dissetante e depurativa - elderberry flowers syrup homemade recipe

Sciroppo di fiori di sambuco

Preparazione: 20 min.Cottura: 20 min.Riposo: 3 giorni
Porzioni: 1 litro circa Kcal/100 ml: 280 circa (versione 2)
Ingredienti:

  • Fiori di sambuco freschi a volontà
  • 3 limoni biologici
  • 200 g di zucchero (Versione 1) - 1 kg di zucchero (Versione 2)
  • Acqua q.b.
Preparazione:

Innanzitutto una precisazione: è meglio scegliere i fiori in zone libere da inquinamento e nelle parti più alte e aerate della pianta in modo che la pioggia o il vento abbiano pulito maggiormente i fiori.

Una volta raccolti, pulirli dalle parti più verdi e dai gambi e adagiarli all'interno di un barattolo pressando man mano che si riempie. Intervallare i fiori a fette di limone.
Eventualmente, invece che tagliare a fette i limoni, si può prima tagliare la scorza gialla e poi unire il succo del limone in modo da evitare la parte bianca più amara del limone.

Comprimere bene e riempire con acqua affinché sia tutto ben coperto.
Mescolare per amalgamare il tutto.
Chiudere ermeticamente e lasciarlo in frigo per 3 giorni, massimo 4.

Trascorso questo tempo filtrare il contenuto del barattolo in un altro recipiente strizzando bene ciò che resta, magari aiutandosi con una garza.

A questo punto ci sono due strade (Versione 1 e Versione 2) a seconda del tipo di conservazione che si intende seguire:
  1. Sciroppo congelato (Versione 1):
    Se si decide di congelarlo basta aggiungere al liquido filtrato lo zucchero. Noi ne mettiamo solo 200 g e assaggiamo per vedere se il gusto ci piace, eventualmente se troppo acido ne aggiungiamo ancora.
    Mescolare bene e invasare in appositi recipienti per freezer ben puliti. Questo metodo è più rischioso dal punto di vista igienico, ma se si è sicuri della materia prima risulta più veloce e meno zuccherino. Non è un vero e proprio sciroppo, ma si ottiene una bevanda fresca e dissetante. Da questa versione ho ottenuto un litro di sambuco.

  2. Sciroppo in barattoli o bottiglie (Versione 2):
    Trasferire il liquido in una pentola antiaderente, unire un chilo di zucchero e portare a ebollizione per almeno 10 minuti. Togliere dal fuoco, imbottigliare o invasare in contenitori sterili, chiudere e conservare in un luogo fresco e al buio. In questo caso lo sciroppo risulta più denso e corposo.
www.zonzolando.com © - All rights reserved


In entrambi i casi questo sciroppo va diluito con acqua. Generalmente facciamo 1 parte di sambuco per 3 parti di acqua (versione 1), oppure 1 parte di sambuco per 6 parti di acqua (versione 2) per cui le calorie scendono.

E' ottimo e rinfrescante.

45 commenti:

  1. Deve essere davvero freschissimo e con questa calura ti riconcilia con il mondo e poi è presentato meravigliosamente!!!baci,imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aahhahah sì Imma, hai perfettamente ragione: una vera e propria riconciliazione col mondo con tutto questo caldo! Baci!

      Elimina
  2. sarai forse anche in ritardo, ma per ora di tutti quelli che ho visto, il tuo è quello presentato meglio
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabina, ma trovo che anche altri blog (anche il tuo) lo abbiano presentato divinamente, tant'è che mi avete fatto una gola... :-) Baci!!

      Elimina
  3. Anticipo o ritardo quel che importa e' il risultato: ottimo direi!
    C

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Vaty, l'importante è che alla fine sia arrivato anche qui! Un abbraccio!

      Elimina
  4. Mi piace, e anche la prima foto, che metto subito su Pinterest :-).

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra, mi fa piacere che ti piaccia! Grazie!

      Elimina
  5. Quanto mi piacerebbe provarlo!! Che brava che sei! E che belle foto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, beh farlo è semplicissimo per cui se hai occasione di trovare qualche fiore di sambuco provalo, è davvero rinfrescante!

      Elimina
  6. Mai provato, nè a prepararlo nè a berlo. Interessantissimo, complimenti! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Veru! Spero che tu possa provarlo al più presto :-)

      Elimina
  7. Eccolo anche sulle tue pagine! ^_^ Lo adoro!! Ho giusto finito di usarlo in due-tre ricettine che gli calzano a pennello!! Presto te le passo, un abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, ricettine! Non vedo l'ora di vederle, son proprio curiosa di vedere l'impiego che ne hai fatto :-) Chissà che meraviglia! Baci!

      Elimina
  8. sai che non l'ho mai nemmeno assaggiato? Ma è bellissimo quando ha tutti i fiori dentro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì i barattoli in preparazione hanno davvero uno splendido aspetto e un profumo buonissimo, baci!

      Elimina
  9. lo sciroppo è fresco e molto buono ma io ne ho assaggiato uno industriale, purtroppo non ho trovato i fiori ma i tuoi barattoli sono bellissimi!!!
    ciao :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello industriale è un po' diverso, anche se a modo suo altrettanto buono. Questo però per me è il migliore :-) Baci!

      Elimina
  10. Un incanto il vostro sciroppo!.. Non solo nn l'ho mai preparato ma nemmeno mai assaggiato!.. da quanto è bello sembra una di quelle bottiglie di sali e fiori profumati da arredo! una meraviglia davvero unica! complimenti e buon lunedì:*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhahha che bella idea che mi hai dato, potrei davvero usarlo semplicemente come decorazione!! Un abbraccio!

      Elimina
  11. che meraviglia di sciroppo! bellissime anche le foto :) complimenti, un bacio!

    RispondiElimina
  12. Meravigliosi!!! Non puoi immaginare quanto vi invidio a voi che potete raccogliere questi fiori incontaminati dallo smog della città!! Pensa che mi serviva lo sciroppo di fiori di sambuco e ahimè ho dovuto comprarlo niente di meno che all' Ikea!! Non ci si crede vero? Avrei pagato oro per averne una boccettina di quello casalingo e genuino come quello che hai fatto tu!!! Bravissima cara e goditi tutti i tuoi fiorellini profumati finchè puoi...Un bacione e buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono stata molto attenta a raccoglierli in posti dove ero sicura che fossero praticamente incontaminati. Col fatto che io seguo la prima versione non voglio rischiare. I fiori profumati appassiscono in fretta ma per adesso ho un buon ricambio, me li godo a più non posso :-) Baci!

      Elimina
  13. Nemmeno io l'ho mai assaggiato...qua vicino ci sono degli alberi di sambuco e potrei provarci!Complimenti anche per la presentazione!:)
    ciao
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìììì provalo, se sono fiori ben freschi e puliti verrà senz'altro squisito e rinfrescante! Poi mi farai sapere... buona settimana!

      Elimina
  14. quest'anno mio papà non è in forma, quindi non è andato a raccogliermi il sambuco....sennò ci avrei provato anche io a fare questa bevanda allettantissima...
    Chapeau per le foto, una meraviglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita, mi dispiace, spero che si rimetta presto! Grazie mille per i complimenti cara, un abbraccio!

      Elimina
  15. Mai fatto e mai provato! Ma quanto m'ispira e fresco dev'essere molto dissetante:)) Il cagnolone è bellissimo!!! Un abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheheh Grazie, il cagnolone è un tenerone fifone dolcissimo :-)

      Elimina
  16. Non ho mai fatto questa delizia e sinceramente non saprei neanche dove trovare quegli splendidi fiorellini!!
    Comunque solo a guardarlo mi viene voglia di afferrarne un bicchierino!!
    Ah dimenticavo... fantastiche le foto e super fantastico il tuo cagnolone!!
    Un bacio Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Carmen! Sì, devo ammetterlo... è proprio bello :-) I fiori si trovano più frequentemente di quanto si pensi, sono molto diffusi e sono su piante che generalmente hanno l'aspetto di grossi cespugli e il loro profumo è inconfondibile! Un bacio e buona settimana cara :-)

      Elimina
    2. Grazie mille per le delucidazioni, sei stata davvero molto esauriente!!
      Comunque sono di nuovo qui per comunicarti che c'è una nuova sorpresa per te, giusto il tempo di pubblicare il post!!
      Un bacione e a presto Carmen

      Elimina
  17. Che invidia questo sciroppo profumato!!!
    A Roma con tutto lo smog che c'è mi sembra impossibile raccoglierli per poi cucinarli... avrebbero un sapore affumicato :)
    Ho scoperto il vostro blog per caso, lo trovo delizioso... pieno di spunti per tante ricette e bellissime fotografie!
    Un abbraccio, Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma piacere di conoscerti Chiara, grazie di essere passata. Sì, il sambuco in città non credo che sia proprio puro e pulito purtroppo. Passo a trovarti mooolto volentieri anche io :-) A presto!

      Elimina
  18. Non conoscevo questa bellissima preparazione!!! Ma questi fiori meravigliosi dove si trovano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si trovano davvero dappertutto, lungo i fiumi, nei boschi, lungo le strade.. sono più diffusi di quanto possa sembrare. Un abbraccio!

      Elimina
  19. Penso di essere tra le poche persone che non conosceva questo profumato sciroppo! Ma devo darmi da fare e cercare i fiori di sambuco perchè, dopo avere visto le tue foto, mi sentirei stupida a non provarlo!!!!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con l'arrivo del caldo è davvero un toccasana, rinfrescante e leggero. Provalo se hai occasione :-) Baci!

      Elimina
  20. Neanch'io conoscevo questo sciroppo, l'aspetto è magnifico, molto invitante! :-)
    Un bacione

    RispondiElimina
  21. Bellissima ricetta, la sto mettendo in pratica... ma nella seconda versione per quanto si può conservare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, grazie mille, mi fa davvero piacere. La seconda versione è quella più simile ai procedimenti industriali. Se tutto ben sterilizzato e chiuso ermeticamente si conserva anche un anno, come marmellate e confetture. P.S. Ma che fortuna che hai ad avere già il sambuco in fiore, qui in montagna ancora niente. :-) Mandami la foto se ti va che la pubblico volentieri!!! :-) buona domenica!

      Elimina

Torna su