Enjoy food, travels and life

Vi manca il respiro e vi sembra di liquefarvi come un gelato al sole?
Vi gocciola la fronte sulla tastiera?
Vivete con i vestiti appiccicati addosso?
Avete puntato addosso il ventilatore giorno e notte?
Santa Aria Condizionata è diventato il santo a cui siete più devoti?
Fuggite dai fornelli come fossero peste bubbonica?
Vi siete dati al crudismo?
Usate il forno come dispensa?
Non me ne frega niente!
Io questa ricetta la devo pubblicare.

So benissimo che si tratta di una ricetta che va in forno, che richiede alte temperature, un'esplosione di calore in casa dove di calore ce n'è fin troppo e che non poteva arrivare con un tempismo peggiore, eppure una ragione per cui la pubblico adesso c'è.
Perché sono riuscita a fotografarla.
Parzialmente, perché mi manca la fetta con la definizione dell'alveolatura, ma ce l'ho fatta.

No, non mi ha dato di volta il cervello, insomma... non più del solito.
Il bisogno di pubblicare il prima possibile questo post, nonostante l'insopportabile afa estiva, è perché finalmente sono riuscita a fotografare una delle mie focacce. Evento più unico che raro.
Una foto quasi da pena, eppure è una delle poche (se non l'unica) decenti in giro negli archivi del mio computer. Praticamente un caso unico, motivo per cui la venero e la pubblico subito a tutti i costi. Sia mai che scompaia pure dai meandri del PC.

Focaccia con i pomodorini ricetta per farla in casa morbida e soffice cherry tomato flat bread recipe

Dovete sapere infatti che, per qualche ragione a me del tutto ignota, ogni volta che decido di preparare le mie focacce e di fotografarle irrimediabilmente escono delle ciofeche.
O sono cialde piatte e dure che non hanno lievitato, o le dimentico in forno e si bruciano, o c'è qualcuno che le mangia, o le dobbiamo consumare subito perché ci sono ospiti, o ho la batteria della macchina fotografica scarica. Non c'è verso!

E che ci vuole? Allora prima preparale a loro insaputa e se poi sono venute bene fotografale.
Tzè, come se fosse facile. Purtroppo però il preparare e fotografare una ricetta non è un'operazione che può essere casuale perché mi richiede set, luce naturale, tempo e soprattutto assenza di paia occhi intorno che fissano come assatanati il cibo come se quello che ho davanti all'obiettivo fosse l'ultimo boccone sulla faccia della Terra.

Praticamente non ci provavo nemmeno più.
Del resto fra scegliere se sfornare una buona focaccia (che tanto veniva bene ogni volta che non la fotografavo) o provare a farla e poi fotografarla col risultato nel 99% dei casi di non riuscirci, beh capirete che avevo perso voglia e speranze optando sempre per scheda di memoria vuota e pancia piena.

Focaccia con i pomodorini

Preparazione: 20 min.Cottura: 25 min.Riposo: 3 ore
Porzioni: 4 (2 focacce da 300 g circa) Kcal/porzione: 340 circa
Ingredienti:

  • 150 g di farina manitoba
  • 150 g di farina 00
  • 150 ml di acqua
  • 5 g di lievito di birra disidratato¹
  • 10 g di olio extravergine di oliva
  • 5 g di sale fino
  • 20 g di olio extravergine di oliva
  • 100 g di pomodorini
  • Sale q.b.
Preparazione:

  1. In 150 ml di acqua tiepida sciogliere il lievito di birra.
  2. In una ciotola unire le farine, l'olio e poca alla volta l'acqua impastando man mano.
  3. Terminata l'acqua, unire il sale e amalgamare gli ingredienti. Trasferire l'impasto su un piano di lavoro e con movimenti decisi e di polso impastare fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.
  4. Infarinare un recipiente e disporvi l'impasto. Lasciarlo lievitare per almeno due ore coperto con un panno e lontano da correnti d'aria.
  5. Trascorse due ore l'impasto dovrebbe essere raddoppiato. Tagliarlo in due parti con una spatola da fornaio e adagiare le due metà in teglie rivestite con carta forno. Estendere l'impasto tirandolo delicatamente in modo da formare due focacce come quella in foto e lasciarle riposare in forno per un'altra mezz'ora, meglio ancora un'ora.
  6. Estrarre la teglia e accendere il forno a 220°C.
  7. Affondare i polpastrelli nell'impasto formando i classici avvallamenti della focaccia, lavare e tagliare a metà i pomodorini e premerli sull'impasto in modo che possano stare saldi sia in cottura, che una volta sfornata la focaccia.
  8. Cospargere tutta la superficie con olio a piacere (io circa 20 g) e una presa di sale.
  9. Una volta che il forno è in temperatura infornare per 20-25 minuti, fino a completa lievitazione e doratura dell'impasto.
Note:

  1. Nel caso di persone intolleranti al lattosio leggere attentamente l'etichetta del prodotto.
  • Si può farcire a piacimento, anche se è buona già da sola così com'è.
www.zonzolando.com © - All rights reserved

Quando ho preparato queste focacce e le ho estratte dal forno Massi si aspettava di dover attendere perché le fotografassi, ma non vedendo né fotocamera, né set ha esclamato: "Ma come? Non le fotografi? Sono stupende!"
Nel mio cervello erano appena state dette le parole magiche perché qualche calamità naturale piovesse sulle mie focacce per rovinarle immediatamente. 'Tanto la batteria sarà scarica' ho pensato fra me e me.
"Aspetto. Ti faccio luce?" ha aggiunto lui vedendomi perplessa.
A queste parole mi si è strutto il cuore.
Massi che bramava il luculliano pasto dopo una mattinata di lavoro fisico, si offriva di aiutarmi col set per fare le foto.
La batteria della macchina fotografica era carica, ho messo qualche pomodorino e foglia di basilico a cornice (giusto per il colore), Massi ha tenuto il "coso tondo" (per i comuni mortali riflettore solare) e infine ho scattato.
Tre scatti di cui quello dall'alto l'unico decente. L'unico che però è quanto basta per provare che anche dal mio forno escono deliziose focacce. Ma solo quando non le fotograf(av?)o. ;-)
Godetevela, perché non sarà facile vederne altre presto. ;-)
Besos!

13 commenti:

  1. machiccazzosenefrega del caldo????? per una focaccia così val pure la pena di schiattare davanti allo sportello del forno.
    non ci fermeremo mica davanti a ste inezie??!?
    quel che mi fa strano invece è che sia durata il tempo di far le foto.
    io sarei corsa al centro grandi ustionati per averla azzannata appena uscita dal forno!
    baci elena, e buon week end!

    RispondiElimina
  2. e vogliamo parlare degli occhi assatanati che ti guardano trasudando odio mentre tu fotografi??? conosco bene il personaggio... ahahahaha!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh cara Monica, so che mi capisci!! :-) Occhi assatanati o no questo è un miracolo! :-) Bacioni e grazie mille per essere passata :-) <3

      Elimina
  3. Quanto le capisco le sfighe da foodblogger che tenta di cucinare, ahah. Anche per me esistono cose che preparo, vengono buone, ma non le fotografo. Poi decido di rifarle per le foto e puntualmente c'è qualcosa che va storto. Mi sa che dobbiamo smetterla di programmare :) Le cose migliori vengono quando sono improvvisate e la focaccia ne è una prova. Buona con tutti quei pomodorini, tanto estiva :)
    Buone vacanze :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, hai centrato proprio la questione Paola. Eppure avendo poco tempo molte volte non ho scelta. Pare incredibile, ma a volte più ci si impegna e più si fa peggio. Grazie mille per il commento e buona giornata :-)

      Elimina
  4. Focaccia molto bella, fotogenica e buonissima , non può essere che così..!
    Sulla faccenda caldo lasciamo perdere, qui da me oggi 37gradi ma io avevo una cosa da recuperare e non c'è stato verso: crostata! Salvo poi ordinare pizza per la cena, che accendere i fuochi poi non c'è n'è stato verso :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehehe ti capisco! Anche da me se serve il forno non ci si fanno storie per usarlo. Alla gola non si comanda. ;-) Bacioni!

      Elimina
  5. Certe volte faccio le foto talmente di corsa che non so neanche come facciano a venire decenti! Non sei la sola, come vedi! Detto ciò, credo che la tua focaccia valga un sacrificio... Basta infornare e tenere ben chiusa la porta della cucina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Averla la porta della cucina ;-) ehehheeh E' un forno dappertutto! Bacioni Stefania e grazie!

      Elimina
  6. ahahaha hai fatto bene a publicarla.. la si potràsempre fare con temperature più decenti!! Troppo buona! :-* buon lunedì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Claudia, è anche questo lo spirito di poter pubblicare su un blog. Mica che scadono le ricette :-) Bacioni e a presto!

      Elimina
  7. Caldo o no io il forno lo accendo!

    E se poi vedo una bellezza come questa non resisto e sforno una focaccia dopo l'altra. E sai una cosa? Più è semplice più mi piace <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh Gina, che cara! Grazie! Anche io non vedo l'ora di rifarla.. piace un sacco a tutti :-) Buon pomeriggio!

      Elimina

Torna su