Enjoy food, travels and life

Mi sono decisa. Dopo l'ennesimo viaggio negli Stati Uniti in cui a colazione, o a merenda, o per un brunch ci siamo mangiati burro di noccioline (o arachidi che dir si voglia), e in cui ci siamo portati a casa un po' di barattoli da centellinarci giorno per giorno, è giunta l'ora di prepararlo anche a casa.
Del resto è semplicissimo, basta avere pazienza ed un ottimo frullatore.

Giuro che non so dire se lo amo, se lo apprezzo, o se addirittura non mi piace.
Come dice giustamente la mia collega Serena, il burro di arachidi è una di quelle cose per cui si potrebbe finire il barattolo senza aver ancora capito se piace oppure no.
E' pastoso, denso e se mangiato a cucchiaiate da solo stucca un po'. Eppure, nonostante questo, è difficile restargli indifferente e infilare il dito nel barattolo ogni tanto è proprio irresistibile.

Come preparare il burro di arachidi noccioline fatto in casa homemade peanut butter recipe

Il burro di arachidi "classico" che abbiamo assaggiato più volte negli USA non è dolce, anzi ha una nota salata, è denso e pastoso e di solito viene servito spalmato sul pane caldo (generalmente bagels tagliati a metà).
In commercio se ne trovano moltissime varianti e versioni: da quelle aromatizzate, alle cremose, liquide, con pezzetti di noccioline e persino zuccherate in varie gradazioni.

Per conto mio, che volevo realizzare la versione più classica, l'aggiunta dello zucchero è quindi da evitare, ma poiché a qualcuno piace, lo inserisco fra gli ingredienti e lascio al lettore la scelta.

Burro di arachidi homemade

Preparazione: 30 min.Cottura: 10 min.Riposo: 30 min.
Porzioni: 1 vasetto da 250 g circa Kcal/100 g: 580 circa
Ingredienti:

  • 300 g di arachidi intere (ossia con guscio), o 250 g se pulite
  • 15 g di olio di semi di arachidi
  • 3 g di sale
  • 3 g di zucchero (facoltativo)
Preparazione:

  1. Pulire le arachidi sia dal guscio che dalla pellicina rossiccia che le riveste.
  2. Sparpagliarle su una leccarda rivestita con carta forno e farle tostare in forno già caldo a 180° C per 7-8 minuti. Ogni 2-3 minuti aprire il forno e dare una bella scrollata alla leccarda in modo da rigirarle e tostarle per bene. Tenerle d'occhio affinché non brucino.
  3. Lasciarle raffreddare completamente.
  4. Inserire le arachidi in un frullatore con 5 g iniziali di olio di semi di arachidi e il sale. Frullare per un minuto.
  5. Aprire il frullatore, staccare con una paletta le arachidi che restano attaccate alle pareti, unire a filo altri 5 g di olio e frullare ancora.
  6. Ripetere l'operazione ancora una volta fino a terminare l'olio e poi ancora fino a ottenere la consistenza desiderata. Ci vuole pazienza. Più si frulla e più si otterrà una crema omogenea.
  7. Infine regolare di sale e se gradito di zucchero.
Note:

  • Si conserva perfettamente anche a lungo se chiuso in un barattolo e messo in frigo.
  • Per una consistenza più cremosa unire altro olio di semi di arachidi, mentre per una consistenza più "chunky" (come dicono gli americani) unire qualche nocciolina tritata grossolanamente.
www.zonzolando.com © - All rights reserved

A me piace la consistenza ruvida se spalmato sul classico pane caldo, mentre più liscio se lo devo utilizzare per altre preparazioni, tipo cheesecake, creme eccetera.

Il burro di arachidi è un alimento molto versatile che va bene sia per preparazioni salate che dolci. Vi aspetto al prossimo post per una preparazione "dolce". A presto!

37 commenti:

  1. Molto interessante preso nota mi piace il burro di arachidi. B uona giornata

    RispondiElimina
  2. Ma lo sai che non l'ho mai mangiato????? chissà se potrebbe piaceremi.. ma penso di si.. amando le arachidi alla follia! smack

    RispondiElimina
  3. la tua collega ha fornito una giusta definizione, pure io lo mangio ma non so mai se mi piace o quanto, sicuro è una bomba calorica, baci elena!

    RispondiElimina
  4. Posso farti due domandine stupide? La prima...per frullatore intendi quello ad immersione? tipo minipimer? La seconda....è obbligatorio l'uso dell'olio di arachidi o si può usare un olio differente? tipo..riso, soia...ecc. Ti ringrazio e mi scuso x le mie domande imbarazzanti. Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia! No, il frullatore è proprio un frullatore classico, con contenitore possibilmente stretto. Con quello a immersione non ce la fai, salta e schizza tutto. Per quanto riguarda l'olio, il top sarebbe meglio non usarlo, anche perché lo contengono le stesse arachidi. Il problema è che non tutti i frullatori riescono ad avere la potenza per omogeneizzarle subito. Puoi usare anche un altro olio ma sempre con parsimonia secondo me. Di certo ti posso dire di armarti di un po' di pazienza e non scoraggiarti, continua a staccare dalle pareti e frullare, vedrai che ce la fai. :-) Spero di esserti stata d'aiuto.

      Elimina
  5. Ti ringrazio tantissimo! Mi armerò di pazienza e proverò! Complimenti per il tuo blog. Claudia

    RispondiElimina
  6. sai che non l'ho mai assaggiato? magari qualche giorno lo provo, grazie mille :-)

    RispondiElimina
  7. No va bé tu mi vuoi male....io non resisto al burro di arachidi é pazzesco e homemade adesso non posso che provarlo subitooooo..però lo nascondo perché altrimenti mio marito lo fa fuori in 3 secondi:-D:-D:-D:-D!!! Baci cara e grazie per questa favolosa ricetta!!
    Imma

    RispondiElimina
  8. Ele ma sei un genio! I love burro di arachidi e non avrei mai pensato di prepararlo in casa... sempre acquistato (a caro prezzo) ovviamente qui è appena finito un pò a cucchiaiate e un pò nell'impasto dei biscotti;) da fare presto;) grazie per la ricetta un bacione grande e buona settimana:**

    RispondiElimina
  9. Non l'ho mai provato, ma me ne hanno parlato sempre bene anzi pure troppo. Ad alcuni crea dipendenza un po' come la famosa crema spalmabile.

    RispondiElimina
  10. per pigrizia non credo d'averci mai pensato ma è golossissima e da fare :-)

    RispondiElimina
  11. io invece ne sono sicura, lo adoro! che bontà!

    RispondiElimina
  12. hai perfettamente dato l'idea di quello che io penso del burro d'arachidi...certo che quello home made deve essere assolutamente un'altra cosa! Deliziaaaaaaaa

    RispondiElimina
  13. Il burro d'arachide lo consumo solitamente negli Stati Uniti. Appena lo mangio, il suo sapore è così sinuoso che penso di mangiarlo per sempre.
    Dopo qualche crackers mi stufo, poi ricomincio. Risultato? Mi piace, moltissimo, ma con moderazione. Adesso che ho la ricetta lo faccio e poi ti dico. Un bacio

    RispondiElimina
  14. L'ho assaggiato negli states e devo dire che in versione "nature" non mi fa impazzire, è proprio come dici tu, non capisci se ti piace a no. Anche se probabilmente fatto in casa ha tutto un'altro sapore rispetto a quello industriale

    RispondiElimina
  15. VERO che lo ricordo pastoso e un pò salato!

    RispondiElimina
  16. Quanto mi piacerebbe assaggiarlo!!
    Ha proprio un bell'aspetto!!
    Buona serata

    RispondiElimina
  17. Onorata di avermi nuovamente citato nel tuo meraviglioso blog. Resto di questa idea: anche alla fine di un barattolo resterei con il dubbio se mi piaccia o no...al contrario, so perfettamente che adoro i tuoi biscotti con burro di arachidi e gocce di cioccolato! grazie per avermeli fatti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho citata proprio perché hai ragione, è impossibile anche per me capire se lo amo o no. Propendo per la prima visto che poi lecco con le dita contenitore del frullatore, barattolo e paletta ;-) Grazie a te! Hai anticipato il prossimo post, grande! ;-)

      Elimina
  18. Anch'io devo ancora capire se mi piace o meno, ma nel dubbio continuo ad assaggiarlo! :) questo home made devo assolutamente provarlo!!

    RispondiElimina
  19. Se ho ben capito è un fatto comune non riuscire a capire se piace o no nonostante si finisca il barattolo! Eheheh insomma non si può restare indifferenti a questa crema burrosa e densa dai mille utilizzi in cucina. Grazie mille a tutti per essere passati a commentare, un abbraccio a ciascuno!! :-)

    RispondiElimina
  20. Geniale!!!! A me nn piace moltissimo ma non riesco a farne a meno!!! Hahahaha

    RispondiElimina
  21. Ecco io solo guardando la foto avrei messo un ditino dentro mmmmm...non si puo' stare senza lui!!!grazie di cuore ...tu sai il perche'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro, grazie a te! Ci mancherebbe! :-) E poi sappi che il dito è andato ed è servito pure per ripulire fino all'ultimo grammo tutto il barattolo ehehhe ;-) Baci!

      Elimina
  22. Non uso molto il burro di arachidi... fatto in casa penso sia migliore di quello acquistato!!
    Proverò a prepararlo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io lo uso spesso, ma ultimamente avevo una gran voglia di provarlo a fare in casa per preparare dei biscotti e sono rimasta contentissima :-) Bacioni!

      Elimina
  23. Questo me l'ero persa... Ma adesso lo proverò sicuramente!... Non vedo l'ora di assaggiarlo!! Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se lo provi non lo lasci più ;-) Grazie cara!

      Elimina
  24. Da come lo descrivi (e anche la foto) mi fai ricordare la tahina... che al di là del capire se mi piace o no, trovo irresistibile.
    Mi ricorderò di questa ricetta, dato che ahimè il burro d'arachido proprio non l'ho mai assaggiato, nemmeno quando sono stata negli USA. Thank you!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima! Idem anche per me! Come la tahina. La consistenza è molto molto simile, ovviamente il gusto è diverso. Se vuoi assaggiarlo e non hai voglia di prepararlo a casa si trova facilmente anche in commercio, ma prendilo piccolo il vasetto, è una droga ehehehe :-) Bacioni!

      Elimina
  25. non pensavo fosse così facile fare il burro d'arachidi! Voglio provare anch'io, grazie per la ricetta!

    un caro saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene e fammi sapere come ti è venuto è :-) E se riesci a fare una foto mandamela che la inserisco volentieri nella rubrica Your Turn! Grazie! :-)

      Elimina
  26. Non sono mai stata negli Stati Uniti ma mi è capitato di comprare un barattolo di burro d'arachidi per pura curiosità. Ovviamente non sapevo che si mangiasse col pane caldo, sapevo solo che qualcuno ama mangiarlo assieme alla marmellata e la cosa m'ha fatta rabbrividire. E' vero quello che dici, che lo finisci senza capire se ti piace o no XD quello che hai fatto tu però sembra più morbido e invitante di quello che avevo io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna! La questione della morbidezza nel mio caso è dipesa solo dal frullatore e dalla enorme pazienza ;-) Buona serata!

      Elimina

Torna su