Enjoy food, travels and life

Ve lo ricordate questo post qua dove raccontavamo della nostra zonzolata (e più che zonzolata inseguimento) fra le lande del Wisconsin alla ricerca degli Amish?
Dovete sapere che, e la cosa ci ha piacevolmente stupiti alquanto, l'argomento è piaciuto assai. Sarà che se ne sente parlare poco, sarà che sono una comunità fuori dal comune e dalle tradizioni particolari, ma abbiamo ricevuto domande e richieste di approfondimento.
Potevamo noi zonzoloni non rispondere al nostro lettore curioso? Eh no, eh! Anzi, non possiamo che essere contenti delle richieste e raccontare ancora.

Il fatto è che non abbiamo vissuto fra gli Amish così a lungo da poter narrare esperienze di vita quotidiane. Ci abbiamo parlato, siamo entrati nelle loro case, abbiamo invaso la loro privacy ma non sappiamo tutto sull'argomento, ma ci siamo documentati.
E quando ci documentiamo il post non può che essere chilometrico. Speriamo nella pazienza del lettore ma soprattutto di rispondere alla gran parte dei dubbi che ci sono stati posti.
Sul Web siamo andati alla ricerca di qualche link con informazioni utili; gran parte sono in inglese per cui abbiamo provveduto a tradurre i concetti principali in italiano, al meglio delle nostre competenze linguistiche si intende!

Chi sono e come vivono gli amish. Dove vivono e cosa fanno - Amish FAQ

Et voilà! Le Amish FAQ (alla data di oggi 15/01/2013):

1) Gli Amish hanno un sito dove si possono trovare utili informazioni sul loro stile di vita e religione?
No, gli Amish rifiutano ogni tipologia di tecnologia per cui non utilizzano computer e non hanno siti Internet autogestiti. Tutte le informazioni che si trovano online sono scritte da chi ha vissuto con loro, da chi ha studiato le loro usanze e tradizioni ed eventualmente da chi gestisce siti a fini di lucro per conto di famiglie Amish che hanno attività imprenditoriali.

2) Dove si trovano le comunità Amish? Quanti sono?
Preziose indicazioni su dove abbiamo trovato le vere comunità Amish le abbiamo date nel post indicato in apertura.
Gli Amish si trovano a livello di territorio USA in numerosi stati quali: Ohio, Pennsylvania, Indiana, New York, Maine, Delaware, Maryland, Virginia, West Virginia, North Carolina, Florida, Texas, Tennessee, Kentucky, Wisconsin, Minnesota, Michigan, Illinois, Iowa, Missouri, Kansas, Oklahoma, Montana, Washington, Arkansas, Colorado, Mississippi e Nebraska; inoltre in Ontario in Canada.
Sono poche centinaia di migliaia.

3) Gli Amish festeggiano il Natale?
Sì, lo festeggiano e si scambiano regali sia il 25 dicembre che il 6 gennaio (in occasione dell'Epifania), ma non decorano e addobbano le case e le strade. In questi giorni usano fare visita ad amici e parenti.

4) Com'è la tipica giornata di un uomo e una donna Amish?
Si alzano entrambi all'incirca alle cinque del mattino. L'uomo va in stalla a nutrire gli animali, a mungere il latte dalle vacche e lo consegna ai camion cisterna per latte della zona e caseificano quello che tengono per loro. Dopodiché tornano in famiglia per dire la preghiera mattutina e consumare la prima colazione.
A seconda della stagione lavora nei campi, prepara i campi per la semina (in inverno), pianta i raccolti in primavera o raccoglie le colture in tarda estate o in autunno.
Lavora tutto il giorno da mattina a sera con una pausa pranzo. La sera si appresta a fare la seconda mungitura.
La donna aiuta nella mungitura, prepara la colazione e si dedica al bucato (generalmente il lunedì) ovviamente a mano. Lavora nell'orto aiutando il marito e cucina i pasti. Prepara i bambini per la scuola, le loro lunch boxes e si dedica ai consueti lavori domestici come stirare (vecchio sistema della nonna), lava i piatti a mano, cuoce su stufe a legna, prepara conserve, confetture ed eventualmente prodotti da vendere, cuce vestiti per tutta la famiglia e coperte in stile patchwork.
Entrambi gli orari di lavoro variano a seconda della stagione e del tempo.

Naturalmente la domenica la famiglia frequenta la chiesa del loro distretto o di un distretto vicino. Si alzano presto, danno da mangiare agli animali e mungono le mucche, preparano il pranzo e si dirigono in chiesa alle 7:30 circa in carrozza (i buggies). In genere trascorrono la giornata con gli altri membri della Chiesa o con i loro familiari. Tornano a casa nel tardo pomeriggio per occuparsi nuovamente degli animali.
Nelle serate della settimana si possono ritrovare con parenti o amici.

N.d.R.: per nostra esperienza la vita ha comunque ritmi molto lenti e anche i bambini fin da piccoli aiutano nelle attività quotidiane.

5) Gli Amish cuciono i loro vestiti?
Sì, la padrona di casa cuce in genere i vestiti per sé e la sua famiglia. Generalmente questa attività si concentra nel mese di agosto, soprattutto per i bambini che devono andare a scuola. Produce inoltre le sue cuffiette, abiti, grembiuli, mantelle, pantaloni e camicie per il marito e i ragazzi.
I cappelli di lana da uomo vengono acquistati, mentre i cappelli di paglia possono essere sia comprati che fabbricati dagli stessi uomini. Gli abiti da festa per uomo (quelli della domenica per intenderci) sono generalmente realizzati da un sarto Amish che li cuce per guadagnarsi da vivere. Ci sono anche alcuni negozi che vendono "chiavi in ​​mano" vestiti Amish per chi vuole acquistarli.
La biancheria intima è generalmente acquistata, anche se alcune famiglie più tradizionali la producono autonomamente. Guanti e calze sono di solito acquistati.
Le donne possono anche utilizzare macchine da cucire con batterie elettriche.

6) Qual è il termine usato negli anni dell'adolescenza per i giovani Amish che vogliono provare la vita "moderna"?
Il termine è noto come "rumspringa" una parola che deriva dal dialetto tedesco della Pennsylvania e che significa "in giro". I giovani Amish, come ho già raccontato anche nell'altro post, possono sperimentare gli aspetti del mondo esterno durante questo periodo che si conclude comunque prima di unirsi definitivamente alla Chiesa o di sposarsi. Al termine di questo periodo possono anche decidere di lasciare la comunità.
I giovani in questa età e periodo non sono più sotto il controllo dei loro genitori durante il fine settimana e, poiché non sono battezzati, non sono ancora sotto il controllo dell'autorità della Chiesa. Durante questo periodo "mondano" molti ragazzi sperimentano varie attività come per esempio comprare una macchina, andare al cinema, indossare abiti non-Amish, guardare la televisione o ascoltare la musica con CD o mp3.
Attività giovanili tradizionali possono includere pallavolo, nuoto, pattinaggio su ghiaccio, picnic, escursioni e altro ancora.
La pratica della rumspringa varia da comunità a comunità. Alcuni distretti forniscono la supervisione di un adulto, altri no. L'esperienza della Rumspringa per gli insediamenti più piccoli è talvolta una pratica sconosciuta.

7) Quando nasce un bambino nella vita Amish che ha un particolare bisogno, come ad esempio disturbi nell'apprendimento o disabilità di parola o di udito, come viene formato?
Viene indirizzato in scuole o centri di formazione in cui si trattano le persone con difficoltà di apprendimento. Alcuni frequentano scuole pubbliche dove, se sono sordi, vengono istruiti da un insegnante specializzato. Ci sono anche insegnanti di sostegno nelle scuole locali parrocchiali. Imparano il linguaggio dei segni e fanno esercizi di logopedia con un terapeuta.

8) Come si può entrare a far parte della comunità Amish e diventare un Amish?
Chiunque può vivere in una comunità Amish semplicemente trasferendosi in una delle loro comunità. Se una persona vuole unirsi alla Chiesa Amish, la persona deve vivere per un certo periodo in comunità (che potrebbe essere anche lungo alcuni anni), accettando gli Amish e le regole della loro Chiesa. Per diventare un membro della Chiesa Amish viene richiesta una notevole dedizione alla religione, una approfondita conoscenza della Bibbia e accettare lo stile di vita privo di energia elettrica, automobili, telefoni eccetera.

9) I bambini vanno a scuola? Che tipo di istruzione hanno?
I bambini di solito frequentano scuole private (circa il 90%), mentre la restante parte frequenta scuole pubbliche.
I bambini Amish generalmente arrivano all'equivalente della nostra terza media, ossia all'8° grade. I genitori dei bambini forniscono una formazione fin dalla tenera età insegnando loro le competenze necessarie nei settori per loro più utili come l'agricoltura e la falegnameria.
Questa formazione li prepara molto meglio alla loro vita da adulti soprattutto a confronto con quella che avrebbero ricevuto con un'istruzione formale.
Negli anni è sorto il problema della frequenza scolastica obbligatoria fino a sedici anni. Dopo varie dispute la Corte Suprema degli Stati Uniti nel caso del Wisconsin pronunciatasi nel l972 sancì che era incostituzionale obbligare gli Amish all'istruzione superiore.
Per ulteriori informazioni ecco un interessante link.

10) Perché gli Amish rifiutano la tecnologia e quindi l'uso di telefoni, automobili, congelatori ecc.?
Lo stile di vita Amish è una scelta. Gli Amish non sono costretti a vivere così. Quando una persona Amish ha qualcuno che li guida da qualche parte in macchina, non si limitano a salire e andare a fare un giro, c'è uno scopo per il loro viaggio, ad esempio, quello di andare lontano per un dottore, per visitare i familiari lontani e così via. La stessa cosa vale per il telefono ed il congelatore.
Una persona Amish non utilizzerebbe il telefono semplicemente per "parlare".
Si può usare il telefono o il cellulare per un determinato scopo utilitaristico cioè, per ordinare materiali di consumo per l'azienda, per chiamare il medico o avvisare un membro della famiglia di una morte o di una grave malattia in famiglia. La chiamata sarebbe stata una conversazione di scopo.
Le regole per ciò che è accettato in gran parte sono determinate dalla Chiesa locale, per cui vi è un'ampia variazione su ciò che è permesso e non. In generale gli Amish accettano qualche nuova tecnologia, come motoseghe o altri strumenti mentre rifiutano computer e televisione.

11) Perché gli Amish non indossano abiti colorati?
Non è proprio esatto. Per le donne i colori dell'abbigliamento variano dalle tonalità di blu, al verde, rosso e marrone. Sono comunque preferiti i colori scuri. Anche gli uomini indossano varie tonalità di colori. I pantaloni sono marroni, blu o neri (in genere). Bambini e bambine possono indossare tonalità più chiare dei colori elencati sopra.

12) Perché le donne Amish indossano cappelli bianchi e cappelli neri?
Le donne Amish indossano la cuffietta bianca se sono sposate; i copricapi neri sono portati in chiesa solo da ragazze non sposate. Il cappello nero è in realtà una cuffia legata sotto il mento che si indossa quando si va in città o in altri luoghi pubblici.

13) Perché gli Amish non vogliono essere fotografati?
Oltre all'ammonimento delle scritture di non avere "immagini" di se stessi, è il fatto di posare la maggior parte del problema. Gli Amish non vogliono attirare l'attenzione su se stessi e quindi mettersi in posa per una foto.

14) Gli Amish usufruiscono dei servizi di assistenza sanitaria? Come si pongono con i progressi tecnologici della medicina? Hanno posto restrizioni alle cure mediche? Fanno vaccinazioni?
Gli Amish si rivolgono a medici locali, dentisti, oculisti e altri dottori; vanno da specialisti negli ospedali a seconda delle esigenze.
Si affidano alle cure tecnologiche che vengono utilizzate negli ospedali.
Di solito comuque utilizzano rimedi casalinghi per i loro disturbi prima di andare da un medico o in ospedale. Inoltre sono soliti recarsi in Messico per i trattamenti più importanti a causa del costo dei farmaci e delle cure dell'assistenza sanitaria americana. Proprio per queste ragioni gli Amish non partecipano a piani sanitari o di assicurazione USA, mentre pagano tutte le eventuali spese mediche sostenute. I bambini possono ricevere le vaccinazioni ma anche questo dipende dal fatto se aderiscono o no ad un programma di assistenza sanitaria.

15) A chi si rivolgono le donne Amish quanto devono partorire?
Le donne Amish di solito partoriscono in casa o si rivolgono al "centro parti" più vicino. Vengono comunque assistite da ostetriche anche in caso di parto in casa. Di solito si tratta quindi di persone preparate, non solo di membri della famiglia.

16) Gli Amish partecipano alle elezioni locali, statali o nazionali?
Sì, partecipano alle elezioni locali e/o statali se con un impatto diretto su una questione che li riguarda. Non partecipano alle elezioni nazionali e non fanno parte di partiti politici.

17) Esistono diversi ordini Amish?
Sì, sono tutti emigrati dall'Europa, ma sono arrivati ​​con dialetti, culture separate e diverse tradizioni religiose. In particolare, le Hutterites vivono in comunità e sono quelle che di più accettano la tecnologia moderna.

18) Quando sono nati gli Amish?
Gli Amish fondano le loro radici nel movimento anabattista svizzero del 1525 al tempo della Riforma protestante. Gli Anabattisti spinsero per il battesimo volontario da adulto e una Chiesa libera dal controllo statale. Poiché la maggior parte erano stati battezzati da bambini, sono stati soprannominati rebaptizers o anabattisti. Gli Amish fecero parte di questo movimento fino al 1693 quando formarono il proprio gruppo in Svizzera e nella regione alsaziana dell'attuale Francia. Il loro primo leader fu Jakob Ammann che diede poi il nome agli Amish.

19) Che lingua parlano gli Amish?
Indipendentemente da dove vivono, gli Amish parlano un dialetto tedesco con influssi olandesi, tranne alcune comunità dove si parla un dialetto svizzero. L'inglese viene studiato a scuola e costituisce la loro seconda lingua. In pochi sono in grado di parlare il tedesco moderno.

20) Gli Amish pagano le tasse?
La questione è controversa. C'è chi scrive che sì, pagano tutte le tasse sui redditi, sulla proprietà, e tutte le altre tasse che sono imposte a livello territoriale, mentre altri che no, non pagano le tasse e che è una cosa che dipende da Stato a Stato.

21) Che cosa è lo Shunning?
Qualora un membro si trovi a rompere il voto di battesimo per una disobbedienza alle regole della Chiesa o dell'autorità e si rifiuti di ammettere e confessare il proprio errore, andrà incontro a una scomunica. Diversi ordini Amish praticano differenti tipi di scomunica e allontanamento e la modalità varia a seconda della famiglia e della Chiesa. Questa pratica prevede rituali di vergogna, come non mangiare allo stesso tavolo con qualcuno per esempio. Il membro allontanato può sempre tornare ed essere reintegrato purché confessi il proprio errore. Le persone che lasciano gli Amish che non sono mai stati battezzati non vengono scomunicate o evitate, perché non hanno mai fatto promesse battesimali.

22) Cosa fanno nel tempo libero gli Amish?
Senza auto e con molti obblighi legati alle famiglie numerose, gli Amish sono per lo più legati alla comunità locale. Slittino, pattinaggio, hockey su ghiaccio, nuoto, campeggio, caccia e pesca costituiscono delle pause alla routine di lavoro. Diverse coppie possono decidere di viaggiare insieme su un furgone noleggiato per visitare amici e parenti più lontani. Lungo la strada possono approfittare per visitare i siti storici, un parco statale o nazionale. Gli uomini a volte affittano una cabina di caccia per diversi giorni o noleggiano una barca per andare a pescare nelle acque orientali o su uno dei Grandi Laghi, a seconda di dove vivono. Neve e sci d'acqua sono molto popolari tra alcuni giovani. Si dedicano poi al canto o alle attività legate alla Chiesa.

Ecco qua infine i link dove abbiamo raccolto queste informazioni:

33 commenti:

  1. Ricordo molto bene il post sugli Amish e la zonzolata con annesse foto e racconto meraviglioso... Molto interessanti i punti di approfondimento... molto distanti dal nostro modo di vivere e concepire ma un punto di forte modernità lo scorgo nel dare la possibilità agli adolescenti di "scegliere" se fare o meno parte di questa comunità, sperimentando quello che si prova a vivere andando al cinema, comprando un auto o semplicemente utilizzando un pc...forse questo lo avevo già scritto nel post precedente se nn erro:) complimenti per questo lavoro riassuntivo davvero interessante:) un bacione:**

    RispondiElimina
  2. Un post molto interessante per scoprire questa comunita' cosi' riservata e che suscita sempre curiosita'. La foto iniziale del cartellone e' troppo bella.Baci

    RispondiElimina
  3. Sono arrivata in fondo e ho letto tutto!, ho vinto un premio?? Hehehe
    Post molto interessante, super complimenti per la ricerca. Tempo fa vidi uno speciale su SKY e un gruppo di adolescenti di questa comunità andava due settimane in una città in Canada...figurati quando scoprivano dell'esistenza delle tv, degli aerei e....della birra!! Non volevano più tornare dalla loro famiglia...
    A noi può sembrare strano ma è uno stile di vita come un altro e per questo va rispettato...
    Un bacione bellezza!

    RispondiElimina
  4. Anche io ho letto tutto! Che bello viaggiare, che bello poter imparare e conoscere culture diverse dalla nostra... Vorrei farlo di più, molto di più! Grazie per il vostro racconto e per queste notizie in più!

    RispondiElimina
  5. beh questo post interessa tanto anche a me, ammetto che ancora non ho letto tutto, ma lo faccio sicuramente. Gli Amish sono davvero curiosi e surreali, chissà che bel viaggio avete fatto
    un bacione

    RispondiElimina
  6. Bravissima io mi sono letta tuttp un libro sugli Amish e poi ce un altra comunità simile ancora più allergici alle modernità e quasi si nascondono ho trovato cosi poco di loro che non ricordo nemmeno la loro comunità :(
    Braviiiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  7. Lo ricordo benissimo il post, mi affascinò molto leggere di questa comunità e adesso mi ha fatto piacere saperne di più! Grazie! :) Davvero interessante... è bellissimo conoscere culture diverse.. il vostro viaggio deve essere stato stupendo :) Un abbraccio :*

    RispondiElimina
  8. Interessantissimo e affascinante. Grazie per averlo condiviso con tutti noi!

    RispondiElimina
  9. grazie di queste informazioni gli ho visto una volta in america ed erano molto rispettati da tutti

    RispondiElimina
  10. Non potete immaginare quanto mi sono appassionata a leggere il vostro post,mi è piaciuta da morire perchè questa è una comunità che mi incuriosisce da sempre. Ho un'amica carissima che vive in America e spesso si è trovata a mangiare in piccolissime...chiamiamole "trattorie" improvvisate da alcune famiglie Amish e me ne ha parlato tanto io ne sono rimasta affascinata.Certo dal di fuori è semplice rimanerne affascinati altra cosa è vivere secondo le loro regole....comunque grande rispetto!
    Complimenti per il post pubblicato.
    Z&C

    RispondiElimina
  11. Hai fatto benissimo a darci altre informazioni sulla comunità amish, un post davvero interessante!!
    Un bacione e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  12. Interessantissimo questo post...un bacino stefy

    RispondiElimina
  13. Che bello questo post!!!:) mi ha fatto veramente piacere leggerlo e mi avete fatto viaggiare un po'con la mente e imparare cose che non sapevo!!:) un bacione!

    RispondiElimina
  14. Questi Amish sono dei tipi singolari.. Un po' tipo i nostri nonni, per il lavoro dei campi, ma con delle peculiarità molto più forti..
    Brava brava, molto culturale questo post;)

    RispondiElimina
  15. Mi hanno sempre affascinato gli Amish proprio per la loro vita fuori dal mondo..quasi quasi ci faccio un pensierino....cmq a parte gli scherzi è una vita molto dura la loro e ti grazie per tutte queste interessantissimeinformazioni!!!bacioni,Imma

    RispondiElimina
  16. Affascinante ed esaustivo grazie per questo post, è sempre bello imparare qualcosa in più su storia, culture, tradizioni diverse dalle nostre!
    Un abbraccio ragazzi, bel lavoro!

    RispondiElimina
  17. Non avevo letto il post precedente! E' sorprendete. Fa un effetto così strano, sai io li ho visti sempre in film o telefim americani e vederli attraverso le tue foto e i tuoi occhi è stranissimo, ma anche molto molto interessante.
    Gtazie per aver condiviso con noi queste esperienze!

    RispondiElimina
  18. Grazie mille a tutte! Sono di corsa ma ringrazio vi ringrazio davvero tanto per il coraggio che avete avuto per leggere tutto ehehe. Spero tanto di passare presto da tutte per ricambiare la visita... mi manca tanto leggere le vostre ricette :-) Un bacione e buona serata!!!

    RispondiElimina
  19. Interessantissimo post, mi incuriosiscono molto gli amish, poi mi viene in mente sempre il film The Village, me li ricorda. Ho da chiederti alcune dritte per un eventuale viaggio negli USA... l'India me la tengo per il prossimo anno, sarà il mio viaggio della vita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, grazie mille! Chiedi pure che son più che contenta di aiutarti. Se non vuoi raccontare qui scrivimi pure su zonzolando@gmail.com :-) Buona giornata, un abbraccio forte!

      Elimina
  20. wow un post lungo, ma davvero molto interessante, grazie

    RispondiElimina
  21. In realtà credo che ci siano moltissime persone che rimangono affascinate da questo tipo di vita. È una vita dura, ma sicuramente piena di valori. A differenza delle molte persone che rincorrono sogni e coltivano desideri fin troppo effimeri e materiali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certo sono molto attaccati alla tradizione e ai valori, soprattutto a quello della famiglia e questo li rende davvero unici e meritevoli; su tante altre cose però non li imiterei mai :-) Baci

      Elimina
  22. Grazie sono da sempre molto curiosa del mondo amish...
    a presto
    complimenti per il blog..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Mi fa davvero piacere quel che scrivi nonché averti come lettrice :-) Un caro saluto

      Elimina
  23. Grazie per qesto post. Veramnete interessante. A questo proposito vorrei chiedere se potete indicarmi qualche libro da leggere sull'argomento.
    Grazie Marika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marika, grazie a te per il commento. Sinceramente in italiano non ho libri da consigliarti e in inglese si trova materiale quasi più sul web che cartaceo (intendo qua in Italia). Io ho fatto molte ricerche in internet e i siti sono indicati nel post che hai appena letto. Un caro saluto, Elena

      Elimina
  24. ciao.. io mi sono sempre chiesto in base a cosa gli amish decidono cosa si può usare o cosa no. insomma in base a cosa rifiutano un computer e invece accettano la carrozza ... mi spiego anche per fare una carrozza ci vuole una tecnica; una tecnologia;allora in base a che cosa stabiliscono che cosa è tecnologia???? grazie per chi risponde ma è un lavoro per scuola

    RispondiElimina
  25. Ciao Karol, grazie per essere passato di qua e per aver trovato interessante l'argomento. Da quello che ho capito la tecnologia non è a prescindere evitata. Essa viene scelta o no a seconda dell'impiego "utilitario" che se ne vuole fare, ossia se serve concretamente per qualcosa, se ha un vero scopo; se è considerata futile viene scartata. Come vedi dalla domanda 10 gli amish hanno ben chiaro quando utilizzarla quando no. Non rifiutano la tecnologia quindi ma gli impieghi che loro ritengono futili della tecnologia.
    Le regole sono comunque determinate dalla chiesa locale, per cui vi è un'ampia variazione su ciò che è permesso e non.
    Spero di aver risposto alla tua domanda. Cari saluti, Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille... sei stata molto d'aiuto e adesso proverò a parlarne in classe vediamo cosa nepensano anche i miei compagni ...

      grazie e buona domenica del Signore


      Karol

      Elimina

Torna su