Gli inviti per il pranzo di Natale e la preparazione del menù sono stati fatti già da qualche tempo. Tra tre giorni gran parte della famiglia sarà riunita alla nostra tavola per festeggiare insieme le feste e proviamo sempre gran soddisfazione nel vedere riunite tre generazioni toscotrentine in una lunga tavolata imbandita.
Mangeremo probabilmente fino al punto di saturazione dello stomaco, all'irrimediabile slacciamento del bottone delle braghe e allo sbragamento stile "fin di vita" sulla sedia, cercando di tenere duro allo stordimento mentale provocato più dalle chiacchiere inesauribili delle donne che dal vino tracannato. 
Più simile a un tour de force enogastronomico che a una semplice riunione di famiglia, anche quest'anno ci cimenteremo nell'ennesima sfida: finire tutto senza badare a sprechi, chili, diete e pentimenti. 


Ma veniamo alla preparazione dello stomaco per cotanta prestazione richiesta e presentiamo il primo degli antipasti che allieteranno i nostri palati voraci e insaziabili: 

Involtini di speck e prugne secche

Preparazione: 10 min.Cottura: 10 min.Riposo: nessuno
Porzioni: 4 Kcal/porzione: 300 circa
Ingredienti:

  • 2 hg di speck IGP (20 fette circa)
  • 30 g di maionese (versione 1)
  • 50 g di gorgonzola (versione 2)
  • 20 prugne secche snocciolate
  • 20 mandorle sbucciate (facoltative)
Preparazione:

Esistono varie versioni di questa ricetta e per il pranzo ho deciso di proporre queste due:
  1. Spalmare sulle fette di speck la maionese fetta per fetta. Infilare una mandorla (se desiderata) in ogni prugna secca e avvolgerla in una fetta di speck. Infornare a 200° per 10’. Servire caldo!
  2. Sostituire la maionese con dei piccoli pezzettini di gorgonzola, avvolgere la prugna in ogni fetta e mettere in forno a 200° per 10’.
Note:

La versione col gorgonzola è ovviamente più saporita, forse anche troppo in virtù di un antipasto per un menù ricco e sostanzioso come quello di Natale.
www.zonzolando.com © - All rights reserved

La cottura poi può essere prolungata nel caso si volesse uno speck più croccante mettendo gli involtini qualche istante sotto il grill, oppure si possono aumentare le dosi di gorgonzola per un effetto formaggio fuso.
Insomma quello che la fantasia e i gusti suggeriscono.


Con questa ricetta partecipo al mio primo contest "Cosa non deve mancare al mio pranzo di Natale!"

4 commenti:

  1. La seconda versione mi piace di più:-) Felice Natale!

    RispondiElimina
  2. @ Lucia: A buon intenditor poche parole! :-) Buone feste e felice anno nuovo anche a te!

    RispondiElimina
  3. DA LECCARSI I BAFFII!

    RispondiElimina
  4. Rivedendo le ricette in concorso mi accorgo che nella fretta non ho ringraziato tutti per la ricetta proposta. Rimedio facendolo ora ;-) Grazieee!!!

    RispondiElimina

Torna su