Enjoy food, travels and life

I miei fantasmagorici genitori mi hanno portato dalla Toscana un sacchetto di prelibatissima farina di castagne appena macinata. Era da tanto che mi frullavano in testa un po' di ricette con questo ingrediente e finalmente mi sono decisa a farne una.

Farina di castagne, ce l'ho! Pinoli (appena sgusciati) ce l'ho! Rosmarino profumatissimo (immancabile), ce l'ho! Patate biologiche, ce l'ho! Mumble... mumble... Gnocchi! Gnocchi di farina di castagne!

Il caso ha voluto che durante la preparazione del pranzo sia arrivato uno dei nostri nipotini. Avevo un po' di paura che, avendo la farina di castagne un sapore che non sempre piace soprattutto ai bambini (anche io non la amavo), la ricetta non avrebbe riscosso un grande successo e quindi ho messo in chiaro che avrei potuto fare un pasticcio (tra l'altro sperimentale) e che il pranzo avrebbe potuto non piacergli.
Non dico la soddisfazione quando all'assaggio del piatto il nipotino ha esclamato: "Zia questa volta ti sei superata!" e alla fine se ne è mangiati due piatti!
Ehhh son soddisfazioni. E comunque era vero: erano proprio buoni!

ricetta con farina di castagne gnocchi con ricotta e pinoli chestnut flour gnocchi recipe veggie

Gnocchi di farina di castagne con pinoli e ricotta

Preparazione: 20 min.Cottura: 40 min.Riposo: nessuno
Porzioni: 4 Kcal/porzione: 560 circa
Ingredienti:

Per gli gnocchi:
  • 320 g di patate vecchie (o farinose)
  • 250 g di farina di castagne
  • 65 g di ricotta (meglio confezionata)
  • 1 uovo grosso
  • 1 pizzico di noce moscata
  • Farina 00 per la stesura q.b.¹
  • Sale q.b.
Per il condimento:
  • 30 g di burro
  • 185 g di ricotta
  • 30 g di pinoli
  • 30 g di Trentingrana (o Parmigiano Reggiano)
  • 2 ciuffetti di rosmarino
Preparazione:

  1. Lavare, ma non pelare, le patate (da gnocchi), e metterle in acqua fredda a bollire. Devono tendere a sfarsi. La buccia non viene tolta per non perdere l'amido e per richiedere meno farina in preparazione.
  2. Scolare le patate e lasciarle raffreddare per qualche minuto e poi pelarle.
  3. Mettere a bollire l’acqua per gli gnocchi con una presa di sale grosso.
  4. In una ciotola disporre le patate, ben schiacciate, a fontana. Unire l’uovo, il sale e la noce moscata, poi la farina di castagne e la ricotta (se si utilizza quella confezionata non occorre scolarla).
  5. Impastare il tutto. Il composto deve risultare morbido, per niente appiccicoso e simile alla plastilina. Se mancasse acqua aggiungerne poca alla volta fino ad ottenere la giusta consistenza.
    Con l’aiuto della farina 00 impastare gli gnocchi dividendo l’impasto in parti più piccole che andranno lavorate come dei lunghi serpentelli larghi circa 2-2,5 cm.
    Tagliare gli gnocchi con una lunghezza di circa 2 cm (o a piacere).
  6. In una padella antiaderente tostare leggermente i pinoli, dopodiché unire il burro e infine il rosmarino ben tritato. Lasciare insaporire a fuoco lento per 1-2 minuti e togliere dal fuoco.
  7. Intanto tuffare gli gnocchi nell’acqua bollente salata e toglierli con una schiumarola una volta affiorati in superficie. Non scolarli troppo bene e versarli nella padella col sughetto aggiungendo altra ricotta se desiderata.
  8. Servirli cospargendoli con eventuale Trentingrana.
Note:

  1. O altra farina di castagne, o amido di mais nel caso di celiaci.
www.zonzolando.com © - All rights reserved

Io li ho serviti con la ricotta a parte dandole la forma a quenelle e decorando con qualche pinolo intero tostato.

4 commenti:

Torna su