Enjoy food, travels and life

Quanto è bella Vienna? Tanto, no tantissimo! E' una capitale straordinaria. E' storica, moderna, ricca, cosmopolita, pulita, verde, grande, romantica e sontuosa. Non a caso è una delle mete più ricercate dai turisti di tutto il mondo.

Vienna si colloca a nord-est dell'Austria, a soli quaranta chilometri dal confine con la Slovacchia ed è attraversata dal Danubio in cui è presente una piccola isoletta artificiale che viene utilizzata come parco e in cui si celebra ogni anno la festa dedicata proprio al fiume che la ospita: la Donauinselfest.

Cosa fare e vedere a Vienna in Austria. Racconti e consigli di viaggio.

Il centro storico di Vienna è circondato dal "Ring", una grande strada circolare (un vero e proprio anello) che permette di raggiungere i vari monumenti storici agevolmente sia in tram, che in autobus. Un altro modo per visitare la città è fare un giro in carrozza, il costo però non è proprio a buon mercato.

Le cose da ammirare a Vienna sono moltissime, c'è solo l'imbarazzo della scelta. Per una guida alle attrattive della città rimandiamo all'utilizzo di una semplice guida che senz'altro sarà più precisa di noi. Quello che ci piacerebbe raccontare sono le sensazioni che abbiamo provato a visitare questa città.


Ovunque c'è qualcosa da ammirare, non c'è angolo che non sia bello e curato.
La Cattedrale di Santo Stefano ci ha particolarmente colpiti con i suoi tetti in maiolica in cui è impresso lo stemma imperiale e con il suo campanile, in cui si può salire per vedere l'intera città da un'altezza di ben 137 metri. La strada principale in cui si erge la cattedrale è molto frequentata e noi abbiamo trovato un gruppo di ragazzi bravissimi che si esibivano in spettacoli di musica e danza.

Vi piace Gustav Klimt? Allora non potete perdervi la galleria d'arte austriaca in cui sono esposte fra le sue opere più famose come "Il Bacio" e "Judith" al palazzo Belvedere. Una vera emozione vederli dal vivo, tanto forte che anche adesso mentre scrivo ho dei piacevoli brividi sulle braccia.
Palazzo Belvedere è poi la rappresentazione del proprio nome per antonomasia, è infatti stupendo. Si tratta di due edifici barocchi molto possenti situati nel mezzo di un parco meraviglioso e straordinariamente curato in cui molti viennesi amano passeggiare.
Se poi amate fare il pieno di arte c'è anche il Museo dell'Albertina in cui si trovano opere di Warhol, Picasso, ancora Klimt e Goya e poi ovviamente le classiche mostre periodiche che ospitano molto spesso interessantissime opere dei più grandi artisti del mondo.


Dopo cotanta scorpacciata per gli occhi e la mente perché non rifocillare anche il corpo in uno dei caratteristici caffè viennesi degustando una fetta di Sachertorte da svenimento? Quella originale pare che risalga al 1832, anno in cui venne inventata da Franz Sacher. Oggi la si può assaggiare nella pasticceria dell'Hotel Sacher che detiene il marchio registrato per questo tipo di prodotto, il resto è "solo" imitazione. Una vera fetta di questo dolce famosissimo in tutto il mondo riporta il bollino tondo con il marchio registrato.

Ma la cucina viennese non finisce qui: da deliziosi würstel e patatine disponibili in vari chioschi per la città, si passa a scodelle di gulasch (spezzatino di manzo e peperoni), frittatensuppe (sottili striscioline di frittata cotte in una zuppa davvero saporita) e la classica cotoletta viennese con confettura di frutti rossi.

Cercate un posticino per una cenetta romantica? Eccone qua due che ci sentiamo di consigliare:
1) Ristorante della Donautum, situato su una torre girevole a 252 m da cui si può godere la vista di tutta la città. Noi purtroppo non siamo potuti andare ma ci siamo ripromessi una capatina alla prossima visita.
2) Lo Sky, un carinissimo ristorante molto chic con una bella terrazza panoramica da cui si gode una inconsueta vista delle maioliche della Cattedrale di Santo Stefano e di numerosi altri tetti della città. Ideale per un aperitivo o una cenetta speciale, questo posto vuoi per l'atmosfera, vuoi per la città, vuoi per lo splendido menù, mi è proprio rimasto nel cuore. Non abbiamo purtroppo fatto foto ai piatti e alla loro presentazione. Unico cruccio per una serata così speciale: il conto, non proprio per tutte le tasche. Ma per una serata così e per dei ricordi tanto belli ci si può anche stare. :-)

E per chiudere la serata in bellezza con allegria il luogo ideale è il Prater, un parco di ben 1712 ettari a ridosso del Danubio ricco di locali e ristoranti, ma dove soprattutto si trova il Luna Park con la sua famosissima ruota panoramica (ingresso 7,50 € - con Vienna card 6,50 €). Anche qui un giretto vale proprio la pena, soprattutto in occasione del tramonto che colora di porpora le acque del Danubio o la sera, momento in cui le luci dei grattacieli si accendono e rendono ancora più magica la città.



Un capitolo a parte andrebbe dedicato a Schönbrunn, lo spettacolare castello che costituì la sede della casa imperiale degli Asburgo dal 1730 al 1918. Dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, il castello che una volta si trovava in aperta campagna, oggi si trova alla periferia di Vienna e quindi è raggiungibile agevolmente in metropolitana (U4) o con gli altri mezzi pubblici.


Una giornata andrebbe dedicata solamente a questo luogo che sembra far ricadere il visitatore esattamente al tempo in cui era abitato. Sfarzo, tanto sfarzo; sfoggio, tanto sfoggio: sale sontuose e decorate nei minimi particolari (addirittura 1441 stanze), spazi immensi, giardini imperiali curatissimi e in primavera i fiori rendono questo posto indimenticabile.


Di fronte al castello in fondo al Grande Parterre si erge una piccola collinetta, denominata "Gloriette" da cui poi si snodano ulteriori percorsi nel parco e che alternano viali alberati con panchine e giardini, a siepi e aiuole in fiore. L'aria che si respira è rilassante e nonostante la straordinaria afa che abbiamo trovato in quel periodo, abbiamo goduto della frescura delle fontane e degli alberi altissimi.



Per concludere con questo piccolissimo scorcio della città possiamo dire e ribadire che Vienna è una capitale magnifica che senz'altro si colloca di merito in uno dei posti del podio per le città più belle d'Europa.

2 commenti:

  1. Anche a Me Vienna ha lasciato i medesimi ricordi e sensazioni .
    Ma che bel reportage ... Quasi vien voglia anche a me di creare una "finestrella " di ricordi per ogni viaggio :)
    Vaty

    RispondiElimina
  2. Grazie, mi fanno tanto piacere le tue parole! Vienna è proprio magnifica e non vedo l'ora di tornarci per ampliare questo racconto. Son curiosa di leggere il tuo :-) Ciao!

    RispondiElimina

Torna su