Enjoy food, travels and life

Pian piano riusciremo a raccontarvi anche delle nostre avventure in giro per il mondo. Bisogna avere un po' di pazienza perché scrivere un post su un viaggio è un pochetto più complesso che scrivere una ricetta.

Eccoci finalmente qui a raccontarvi della nostra zonzolata nella splendida Salisburgo.

Cosa fare e vedere a Salisburgo in Austria. Racconti e consigli di viaggio.

Salisburgo si trova in Austria praticamente al confine con la Baviera, in un contesto collinare, quasi montano. E' attraversata dal fiume Salzach le cui sponde sono percorribili a piedi e costituiscono una bella passeggiata, magari serale, per godersi le luci del piccolo centro storico e del Castello di Mirabell.

Salisburgo è una città piccola e compatta il cui centro storico è per lo più costituito da palazzi risalenti al XVI e XVII secolo perfettamente conservati e circondati da numerose viuzze adornate con le famosissime e caratteristiche insegne di bar, ristoranti, negozi e pasticcerie. Come in tutte le città ricche di arte e storia, i negozietti che vendono souvenir e prodotti tipici si sprecano in ogni angolo; qui si possono trovare articoli di pasticceria, birra e gadget a prezzi contenuti.


Salisburgo, patrimonio dell'umanità dell'UNESCO e letteralmente "Castello di sale", prende il suo nome dalle miniere di salgemma situate nelle montagne limitrofe da cui si estraeva il comune sale da cucina. Nel corso della storia, proprio per l'importanza di questo prezioso ingrediente e per la sua favorevole posizione geografica, Salisburgo divenne crocevia di numerosi traffici e quindi accrebbe la propria importanza e ricchezza.

Salisburgo è poi famosa per essere la città natale di Mozart, la cui casa in centro storico è stata trasformata in museo e al quale sono stati dedicati i famosi dolcetti a forma di palla ripieni di marzapane, pistacchi e crema di nocciole denominati MozartKugeln.

Chi va a Salisburgo non può non sedersi in un caffè a sorseggiare una ottima cioccolata calda, o assaggiare una fetta della famosissima torta Sacher accompagnata da un ciuffetto di panna montata. Da provare anche i Kaiserschmarren, frittelle di pastella di uova e latte, fritte e servite con un'abbondante spolverata di zucchero a velo e confettura. I menù nei ristoranti prevedono la classica viennese (cotoletta alla milanese) servita con confettura ai frutti rossi, o stufato di manzo alla birra. Da bere, nemmeno a dirlo, birra a fiumi! I prezzi sono per tutte le tasche e nei mesi più caldi ci si può sedere in piccoli tavolini illuminati da fievoli candeline e stipati lungo i lati di viuzze strette strette in cui si respira un'atmosfera davvero magica.


La cattedrale, composta da una grossa cupola e da due torri, sorge nel cuore del centro storico ed è circondata da tre piazze tra cui la Residenzplatz che durante il periodo natalizio ospita i classici mercatini di Natale e al cui centro si trova una splendida fontana.

Da visitare è anche il Castello di Mirabell, una meravigliosa fortezza perfettamente conservata risalente al 1600, costruita per volere dell'arcivescovo di Salisburgo. Ma l'attrattiva che la fa assolutamente da padrona, senza la quale non si può aver detto di aver visitato la città, è la Fortezza Hohensalzburg, da cui si gode di una splendida vista di tutta la città e delle colline limitrofe. La sua costruzione risale al 1077 ed è raggiungibile con una particolare funicolare, oppure a piedi tramite una bella scalinata lungo la sua facciata principale.


Beh, dovendo dare una nostra impressione diremmo che Salisburgo è una bellissima città che ci sentiamo caldamente di consigliare di visitare. Non richiede un pernottamento lungo viste le sue ridotte dimensioni e volendo può essere ben visitata anche in un weekend.

0 commenti:

Posta un commento

Torna su