Enjoy food, travels and life

Benvenuti al nuovo appuntamento con la "Zonzolando's Serendipity Box", la scatola che serve a ricordare i piccoli grandi piaceri della vita, cogliendo il meglio di ciò che ci offre.

Troppo spesso infatti le nostre giornate sono riempite di pensieri e preoccupazioni tendendo a dimenticare il bello che nella vita c'è (sempre!). Con questa scatola voglio immortalare, se non tutto, gran parte delle cose belle che riempiono la mia/nostra vita quotidiana (ma che potrebbe essere anche quella di tutti), dalle grandi alle piccole cose che ci rendono felici e, ancora meglio, sereni.

In questo mese ho l'impressione di aver trovato una nuova piccola dimensione che mi calza a pennello.
Non so dire quanto durerà, né se è quella perfetta, ma al momento una cosa è certa: ci sto tremendamente bene.
Questa dimensione è fatta di equilibri delicati e faticosi da tenere, ma che al tempo stesso è piacevole, che non pesa, che mi avvolge ma non strizza, che mi regala tante soddisfazioni e -cosa meravigliosa, straordinaria, rara, preziosa e chi più ne ha più ne metta- che mi fa addormentare ogni giorno col pensiero di essere felice e/o serena.
Robe da metterci la firma col sangue insomma.
Robe da Serendipity Box n° 176:
  1. Gelati, gelati e ancora gelati. E' tornata la primavera e io ne approfitto al volo.
  2. Tornare fra i banchi di scuola fa sempre un certo effetto, soprattutto quando si è abituati oramai a stare più dall'altra parte. Ma che bello! Che emozione!
  3. Gnocchi di zucca e patate della Val di Gresta. Li ho conditi con fondutina di formaggio nostrano, speck croccante e noci del nostro albero. Buoni, no: buonissimi!
  4. Tramonti incantati che infuocano il cielo ne abbiamo? La natura è davvero uno spettacolo incredibile.
  5. Io, Massi, due coppe gelato da urlo, un pomeriggio insieme al lago e poi niente: sto!
  6. Per una come me che di ore di sonno ne conta proprio poche e che ha dei ritmi quotidiani così serrati, dormire bene ogni tanto non è una cosa da poco. E più che dormire si potrebbe parlare di crollo o deframmentazione.
  7. Assaggiare tanti piatti tipici di tutto il mondo in occasione dello Street food festival in compagnia di amici.
  8. Ma il gelato italiano è sempre il gelato italiano, non c'è storia!
  9. Avvistamenti serali che si trasformano in salvataggi da morte certa. O almeno così ci piace pensare...

E questa è la Serendipity Box n° 177:
  1. Datemi cinque minuti di libertà e io saprò sempre come sfruttarli. Ferma proprio non ci so stare. Lo so, sono l'esasperazione di Massi.
  2. Tagliatelle di mirtilli, ovvero semola di grano duro, uova della Pauline e della Gertrude, mirtilli, un pizzico di sale, due bicipiti degni di Schwarzenegger, il tempo che ci vuole (niente fretta o solite corse), un colore stupendo, un momento che voglio ricordare di felicità.
  3. 23! E' il record che ho riscontrato. Chissà se mentre non guardo (praticamente sempre) questo numerino è stato ancora più alto. Ma son tanti no? O pare solo a me?
  4. Studiare, conoscere, apprendere, approfondire: un diritto, un privilegio, un dovere, un bisogno.
  5. Benedetto sia chi ha inventato il Trova Iphone! Grazie a questo aggeggio portentoso (non dico i moccoli che ho tirato quando non ci prendevano i rispettivi cellulari e quindi si bloccava tutto) ho fatto una sorpresa a Massi e mi sono piazzata al freddo, in mezzo alla nebbia e sotto una pioggerellina fine fine in un punto strategico di una gara. Appena mi ha sentito urlare un incitamento, mi ha vista, e nonostante la fatica dei chilometri e dislivello che aveva addosso ha stampato sulla faccia un sorrisone che gli potevo vedere i molari, è venuto a darmi un bacio ed è ripartito. Fra i pochi presenti sul posto è partito un: "Ohhhh!!! Brao! Te me pari l'unico che l'è restà luzido. Forza, forza!"
  6. In un autunno oramai inoltrato, il mio Massi riesce ancora a cogliere fiori di campo per me. Ma come si fa a non amarlo?
  7. Meringhe alla panna e cacao con i miei compagni di avventura. Ne vedremo delle belle, ne sono certa.
  8. Chiudere un pranzo inaspettato col mio Massi con un bell'affogato.
  9. I colori autunnali del bosco. Ammirare le montagne che paiono arrugginirsi pian piano e godere delle splendide giornate di sole che questo ottobre ci sta regalando, punto 5) a parte 😉.

L'aforisma degli ultimi giorni trascorsi non poteva che essere:
"La vita è il fiore per il quale l'amore è il miele."
(Victor Hugo)


Buone giornate a tutti! Alla prossima!

6 commenti:

  1. E' sempre un piacere leggerti e questi box sono sempre molto belli curati. Grazie di condividere e auguro buona serata un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che cara che sei Edvige! Grazie mille!

      Elimina
  2. Curiosa io del ritorno a scuola ;-) si immagino debba fare un certo effetto!
    I tuoi gelati mi fanno sempre morire, ma questa volta i miei applausi vanno al guerriero. Dalla foto deve essere stata una corsa durissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto seguendo dei corsi molto interessanti. Spero di imparare un sacco in termini di cucina e pasticceria. :-) Al guerriero vanno sempre tante lodi ;-) E' fortunello! Bacioni cara, buona serata!

      Elimina
  3. che gentile che raccoglie e fiore, è cotto come si suole dire, scherzo è una cosa molto delicata e bella, i pensieri che si hanno l'uno verso l'altro arricchiscono tutti i giorni il rapporto

    ottima le ricetta dei gnocchi, segno :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' veramente un tesoro! Sono fortunata ad averlo vicino! :-) Grazie Gunther, a presto!

      Elimina

Torna su