Enjoy food, travels and life

Ed eccoci finalmente qua, dopo un bel periodo di assenza (assolutamente motivata eh!) con il primo post del 2017 e con il nuovo appuntamento della "Zonzolando's Serendipity Box", la scatola che serve a ricordare i piccoli grandi piaceri della vita cogliendo il meglio di ciò che ci offre.

Troppo spesso infatti le nostre giornate sono riempite di pensieri e preoccupazioni tendendo a dimenticare il bello che nella vita c'è (sempre!). Con questa scatola voglio immortalare, se non tutto, gran parte delle cose belle che riempiono la mia/nostra vita quotidiana (ma che potrebbe essere anche quella di tutti), dalle grandi alle piccole cose che ci rendono felici e, ancora meglio, sereni.

Tante, tantissime sono le cose che sono successe dall'ultima raccolta. Non parlo solo di bei momenti piacevoli, sereni, o piccole cose di serenità quotidiana, ma di momenti di pura, densa, infinità felicità.
Se siete curiosi di sapere di che cosa sto parlando ecco di seguito solo un millesimo della carrellata di foto che avevo collezionato e che per forza di cose ho dovuto purtroppo tagliare. Parto da dove ci siamo lasciati l'ultima volta e proseguo con la Serendipity Box n° 146:
  1. Risate, risate a non finire per questo vestitino che mi è arrivato via corriere. Doveva essere tutt'altro e chi lo ha spedito ha sbagliato di grosso.
  2. Foto scattata a posteriori per ricordarmi una giornata (in cui non avevo fatto foto) passata con amici mantovani, gustando piatti della loro cucina (che amiamo!), bambini stupendi e una marea di chiacchiere.
  3. Un pranzo di gala in cui abbiamo conosciuto persone stupende, che ci hanno emozionato e con cui abbiamo trascorso momenti davvero piacevoli.
  4. Partecipare allo Swap Party organizzato da Emilio e i suoi amici, una bellissima iniziativa per rivisitare i nostri armadi e non buttare via niente.
  5. Il fagotto di crespelle alle verdure e scamorza che speravo non finisse più.
  6. Il favoloso castagnaccio del mio babbo: un dolce perfetto per concludere una splendida serata in famiglia. Una bontà che non vi dico!
  7. La cena di inaugurazione della nuova casa di C&A, con l'augurio di tutto il bene del mondo.
  8. Il primo commento del mio babbo sul blog. Me lo incornicerei!
  9. In periodo pre-natalizio biscottare come se non ci fosse un domani. La casa ha profumato per giorni.
  10. La foto che mi ha mandato Sara (la nostra top follower!) dopo aver provato la nostra ricetta.
  11. L'ultima cena romantica del 2016 in casa Zonzolando per festeggiare una data speciale, anzi proprio unica.

In questa serendipity e nella successiva ho raccolto un sacco di piatti o cose tipiche che siamo riusciti ad assaggiare durante il nostro viaggio. In particolare nella Serendipity Box n° 147 ci sono l'addio all'Italia e un sacco di sapori australiani.
  1. La colazione bomba prima della partenza e di una lunga serie di voli. Della serie: "Sia mai che... la panza aveva goduto per l'ultima volta."
  2. Sorrisi, gentilezza, disponibilità, comfort, cibo sano e light (foto) o ipercalorico a seconda delle richieste e soprattutto voli in orario. Con la Cathay Pacific Airlines ci siamo trovati benissimo e non ci ha pagato per scriverlo nero su bianco. Quando uno se lo merita, va detto.
  3. La nostra deliziosa e coloratissima colazione a Sydney. E che ci crediate o no era nella navata di una chiesa davvero fantastica.
  4. Lo abbiamo assaggiato, sì! Ce l'abbiamo fatta a mangiare il famoso Tiger, una "pie" (torta) ripiena di spezzatino di carne e ricoperta da purè di patate e di piselli con salsa gravy. Yuppy!
  5. Finally: the Lamingtons! Perché io non avrei lasciato l'Australia senza averli assaggiati, che si sappia sta cosa!
  6. A seguire dal punto precedente: Anzac cookies e biscotti Tim Tam.
  7. Non c'è giretto da Starbucks senza Zonzo scritto su qualche bicchiere di turno. Vedere poi la faccia del commesso quando gli ho dettato il nome non ha avuto prezzo.
  8. Una fetta di Pavlova divisa con Massi. Anche questa depennata dalla lista "Non torno a casa se non l'ho assaggiato".
  9. Un picnic al Botanical Garden di Sydney, un posto incantevole dove trascorrere dei momenti di pace dopo tanto zonzolare e all'ombra di alberi grandiosi.

E adesso invece una valanga di sapori polinesiani e sud americani nella Serendipity Box n° 148:
  1. La nostra colazione polinesiana: ricca di frutta locale che non avevamo mai assaggiato e di cui non abbiamo più fatto a meno, i piedi nella sabbia, l'oceano in tutte le gradazioni del blu di fronte a noi. Se solo potesse essere così il risveglio tutti i giorni...
  2. Il piatto in assoluto più ricorrente durante tutto il periodo della vacanza polinesiana: le local fries, deliziosi tuberi locali (kumara, taro e maniota) fritti. Così buone che poi era impossibile non continuare a ordinarle tutti i giorni.
  3. Ed esistevano pure in versione chips al supermercato!
  4. Il piatto in assoluto più buono che ho mangiato alle Isole Cook: grigliata di Marlin (o tonno a seconda del giorno) con erbe locali, rukau e taro serviti con crema di cocco, e salsa di mango. Se ci ripenso piango.
  5. Cast Away bis: dopo le Isole Keys ci abbiamo provato anche alle Isole Cook. L'impresa di aprire un cocco (anzi più di uno) con un coltellino svizzero è andata anche stavolta. Massi 4 - Cocco 0. E Elena ringrazia... ;-)
  6. Deliziosa colazione francese? Sì, a Papeete (Tahiti) sì può. Pain au raisin per me e au chocolat per il mio gourmand. :-)
  7. Il pane, la commozione quando mi sono vista servire il pane a pranzo.
  8. La prima cenetta "come si deve" da sposini in un posto romantico con vista sul litorale e sull'oceano. E chi se la scorda più!
  9. La gaufre con gelato alla vaniglia, crema chantilly e caramello salato: serve che dica altro per giustificare il momento di serendipity?
  10. L'ananas in stecco all'Isola di Pasqua. Appena lo abbiamo visto preparare e consumare così non abbiamo saputo resistere. Occorre fare un po' di pratica per non sbrodolarsi tutti mentre lo si addenta, ma è veramente buono e rinfrescante.
  11. Un cocktail per Massi servito con il fiore più bello che ci sia: il frangipane. Nonché fiore del mio bouquet. :-)
  12. Ne abbiamo assaggiate di ogni tipo: fritte, al forno, ripiene di carne, pesce, uova, vegetariane. Tutte buonissime. Empanadas non mi resta che rifarvi a casa.
  13. Una grande scoperta: il mote con huesillo. La tipica bevanda cilena, un mangia e bevi dolce e rinfrescante, che mi ha conquistata.
  14. Va beh, lo so, gelati buoni come in Italia è raro trovarli, ed è vero, ma devo ammettere che questo era buono, ma soprattutto per loro questa caterva di coppa corrispondeva a due gusti, praticamente quattro volte la dose che ti danno in Italia. I gusti? Frutto della passione e cheesecake al cioccolato bianco per me, frutto della passione e dulce de leche per Massi.
  15. Altra cosa depennata dalla lista dei piatti tipici da assaggiare: gli alfajores. Similissimi a quelli preparati da me, ne vado davvero orgogliosa.
  16. E infine un altro piatto tipico della cucina cilena: il Pastel de choclo.

Un sacco di cose divertenti immortalate nella Serendipity Box n° 149:
  1. Essere invitata come ospite d'onore al programma televisivo di Curtis Stone "My Kitchen Rules" dove ho preparato le mie famigerate fettuccine e realizzare oltre il 47,5% di share. Vabbè... era solo un bel giochino al museo delle cere. Lo so, purtroppo non ci avete creduto. Ma solo perché non avevo la divisa da chef vero?
  2. Il quotidiano delle Isole Cook: quattro fogli contati. Non so se ho reso bene l'idea: quattro! E notizie brutte? Macché! Robe del tipo: festeggiamo la nonnetta dell'isola, il ministro ha visitato queste isole qui, salviamo il pesciolino X, manda la tua foto più bella dell'isola che te la pubblichiamo, trova lavoro che ne ho a iosa da offrirti e cose così. Poi uno dice che a stare in mezzo al nulla si vive male...
  3. Andare a fare una bella nuotata fra le acque cristalline e mentre stai facendo snorkeling ti giri e ti trovi davanti una cosa che mai e poi mai ti saresti aspettata di vedere: una cassetta postale sott'acqua.
  4. Zonzolare a Sydney e poter vedere l'emblema simbolo di questo blog a mo' di fontana. Bellissimo!
  5. Che fate se comprate una SIM del posto (visto che i nostri telefoni non prendevano minimamente) e a fine vacanza ti avanzano una valanga di messaggi gratuiti? Si fanno numeri a caso con prefisso italiano e si mandano gli auguri di buon anno random, no? Beh, se qualcuno li ha ricevuti ce lo faccia sapere! :-)
  6. Essere a cena a circa un chilometro dal nostro resort e dover rientrare a piedi. Essere vestiti di carta velina, senza ombrello e ritrovarsi sotto un temporale tropicale. Uno di quelli che non sai dire da che direzione sta piovendo: sopra, sotto, di lato. Di quelli che ti ci vorrebbero i tergicristalli agli occhi, di quelli che una secchiata d'acqua addosso è niente, di quelli che per tornare a casa devi attraversare quella cosa che chiamavi strada e che adesso è una piscina. Trovare finalmente un riparo, scrutarci a vicenda vedendo l'uno nell'altro un pulcino grondante e guardarci intorno e vedere che siamo praticamente sotto un'insegna che cita "Laundry: dry wash" (Lavanderia: lavaggio a secco). Ridere a crepapelle del colmo! Devo scriverci un post con tutti i dettagli! Assolutamente! (Foto ricordo degli occhiali una volta sani, salvi e fradici in camera)
  7. Noleggiare uno scooter alle Isole Cook e girare Rarotonga in lungo e in largo alla bellezza di 35 km/h. Che ricordi! Quanta felicità!
  8. Erano secoli che non giocavo a minigolf e quanto mi sono divertita.
  9. Massi che suona l'ukulele!
  10. Cartelli improbabili su porte di bagni pubblici. A Santiago del Cile la cacca non s'ha da fa'.
  11. I semafori di Santiago del Cile: l'omino parte pian piano quanto il countdown è ancora lungo e poi arriva a correre quando mancano pochi secondi. Favolosi!

Pace, relax, bellissimi posti che sono felicissima di aver potuto vedere almeno una volta nella vita nella Serendipity Box n° 150:
  1. L'Opera House di Sydney, un capolavoro anche di notte.
  2. Se l'uomo è bravo a fare cose favolose, la natura è maestra nel fare altrettanti capolavori. Le Isole Cook, sono uno di questi.
  3. Le giornate di relax totale. Quelle in cui realizzi che il tuo cervello è assuefatto dai ritmi veloci e frenetici. Quelle che sono così rare nella tua vita quotidiana che fai fatica ad abituarti a non avere niente da fare, o da pensare.
  4. Avere il tempo di godersi quello che ti sta intorno, avere il tempo per ammirare la bellezza della natura. Prendersi il tempo per farlo per davvero. Che non è la stessa cosa.
  5. Trentatré giorni, ventiquattro ore su ventiquattro sempre insieme e non stancarsi mai l'uno dell'altro. C'è chi lo chiama miracolo, altri semplicemente amore.
  6. Ammirare i tramonti mozzafiato sul mare e l'infinità di colori in cui si tinge il cielo.
  7. Il giorno del nostro matrimonio. Emozioni per cui non esistono parole.
  8. La vista dalla nostra camera d'albergo. Poi uno si chiede perché qui sorridono sempre tutti.
  9. Passeggiare mano nella mano per Papeete al crepuscolo.
  10. Lo straordinario fascino dei Moai all'Isola di Pasqua.


L'aforisma degli ultimi giorni trascorsi è davvero:
"Tu prova ad avere un mondo nel cuore e non riesci ad esprimerlo con le parole."
(Un matto - Fabrizio De André)


Alla prossima raccolta! A presto!

12 commenti:

  1. Ok l'assenza.. ma con questa carrellata di foto e ricordi ti sei fatta perdonare.. un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehehe vero che avevo delle buone ragioni? Lo sapevo che avevo la tua comprensione Claudia! Un bacione a te! :-)

      Elimina
  2. Cosa mi piacciono questi tuoi box. Sono vari e belli è immergersi nei tuoi giorni personali e felici. Grazie della condivisione. I abbraccio forte e buona serata 😚 😚 i

    RispondiElimina
  3. quanta bellezza e quanta gioia in questo viaggio... e in questo ritorno! vedo che hai zonzolato per tutto il mondo e hai saputo godere a pieno la bellezza dei panorami, il sapore dei cibi e la compagnia della persona che ami. davvero non si può chiedere di meglio, ed è bellissimo come sei stata capace di condividere tutto questo con noi attraverso immagini e parole :) buona giornata cara!

    RispondiElimina
  4. Mi devo essere persa qualche passaggio...ma hai girato mezzo mondo durante le vacanze?!?? invidiaaaaaa

    RispondiElimina
  5. quante cosa da guardare con un pizzico d'invidia, bentornata !

    RispondiElimina
  6. Ben ritrovata!!!! Ti sei fatta perdonare alla grande per l'assenza 😉
    Un abbraccio grande 😘

    RispondiElimina
  7. Mi mancavano !!! sai che non saprei quale scegliere dal tanto che sono belle queste foto!!!!baci cara

    RispondiElimina
  8. Ehhhh...ma queste box sono fantastiche!!!! Bacioni....e che voglia di nascondermi nella vostra valigia...qualche volta mi portate con voi?!.....mi faccio piccina piccina ;)

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia queste foto. Adoro le tue serendipity, un po' è come viaggiare con te (con voi).
    Di nuovo auguri per il matrimonio!

    RispondiElimina
  10. quante cose nuove un attimo fa sembrava d'averci lasciato per gli auguri delle feste ed eccoci qua anche con l'australia

    RispondiElimina
  11. Grazie mille a tutti! Sono felicissima della vostra accoglienza. Sono stati momenti fantastici, non li dimenticherò mai! Un abbraccio a tutti e buona giornata!

    RispondiElimina

Torna su