Enjoy food, travels and life

Ma quanto tempo è che non pubblico un post? Quanto è che non scrivo qualche parolina su questo blog?
Lo credevate abbandonato o ancora in ferie eh!
Magari fossimo ancora in ferie, ci siamo invece immersi nuovamente a capofitto nella esasperante realtà quotidiana con tutti i ritmi frenetici che ne derivano.
Per scrivere ho appena acceso la luce della lampada della scrivania. Ho guardato fuori e mi sono capacitata che le buone lunghe giornate estive sono ormai un ricordo; è il crepuscolo sia della giornata che dell'estate.
Batto sulla tastiera per mettere nero su bianco i ricordi che ho di queste bellissime ultime settimane trascorse, ricche di bei momenti e cariche di vita vissuta.
Mi rendo conto che sono veramente tanti i bei momenti che ho da raccontare.
Per fortuna questo pensiero allieta lo stato d'animo generato dal ritorno traumatico alle corse giornaliere e alla routine. Sì, questo esercizio quotidiano del buonumore mi fa proprio bene.
E allora via col resoconto di questa estate 2015, via subito quindi con la famigerata frase di rito introduttiva.

Benvenuti al nuovo appuntamento con la "Zonzolando's Serendipity Box", la scatola che serve a ricordare i piccoli grandi piaceri della vita cogliendo il meglio di ciò che ci offre.
Troppo spesso infatti le nostre giornate sono riempite di pensieri e preoccupazioni tendendo a dimenticare il bello che nella vita c'è (sempre!). Con questa scatola voglio immortalare, se non tutto, gran parte delle cose belle che riempiono la mia/nostra vita quotidiana (ma che potrebbe essere anche quella di tutti), dalle grandi alle piccole cose che ci rendono felici e, ancora meglio, sereni.

Parto dal lontano luglio, parto da Praga, parto con la Serendipity Box n° 103:
  1. Praga, la meravigliosa Praga. Un'indimenticabile zonzolata alla scoperta di questa tanto (giustamente) apprezzata città. Questa foto mi serve per ricordare il primo giorno quando, appena arrivati e ancora intontiti, vagavamo senza meta, così, alla scoperta di quel che ci si presentava davanti agli occhi. Per caso siamo capitati proprio davanti all'orologio astronomico mentre mancavano un paio di minuti al suo rintocco. Questa foto l'ho fatta in seguito, in quel momento eravamo solo io, Massi, la stanchezza e i nostri nasi rivolti all'insù.
  2. Credo che non ci sia cosa di Praga che mi abbia più incantata che la Chiesa di Santa Maria di Týn con le sue splendide guglie sulle torri. La mattina, il giorno, la sera e soprattutto la notte non mi sono mai stufata di ammirarla.
  3. Il Sole di Praga: un gioiello straordinario simbolo delle tante cose bellissime che abbiamo visto in questa zonzolata.
  4. Non è molto comodo da addentare, ma è delizioso. Quello che le mie mani stanno srotolando è un tipico dolce di Praga: il Trdlo. Ne abbiamo mangiati un bel po' cercando di assaggiare le varie versioni e andando alla ricerca del migliore della città.
  5. Questi ironici e simpaticissimi bagni per gli uomini. (Foto di Massi)
  6. La prossima volta che mi diranno che è più facile vedere passare un cammello per la cruna di un ago che fare qualcosa potrò rispondere che io non ne ho visto solo uno ma oltre quattro!
  7. E tanto per rimanere in tema di cose impossibili, anche vedere una serie di pinguini gialli che attraversano la Moldava e che si illuminano la notte non è da poco no? Che avessimo alzato un po' troppo il gomito?
  8. Del resto la birra si beve a fiumi in questa città. E' molto economica e va giù che è una bellezza, soprattutto col caldo estivo.
  9. Il caffè beverone da recupero tutto per gli zonzoloni. "Please, spell your name." "Z-O-N-Z-O." "DZon-Dzo? Where are you from?" ;-)

Ancora Praga, ancora zonzolate, ancora tanti bei momenti nella Serendipity Box n° 104:
  1. La tavolozza di colori che ci siamo ritrovati sulla tavola per questo pranzo ceco-iberico delizioso.
  2. L'effetto ottico delle mie infradito sulla moquette dell'hotel, oserei dire ipnotico.
  3. Le colazioni da re, anzi da zonzoloni. Quelle che ti fanno partire col pieno di energia per affrontare l'avventura della scoperta delle città. Quelle ideali per lo zonzolaggio estremo. E quel pane integrale ai semi era di una bontà megagalattica!
  4. Non so se fosse buona al pari della frutta che abbiamo a disposizione a casa nostra perché non l'abbiamo assaggiata, ma era di una bellezza tale che non potevo non fotografarla. Che meraviglia questo cestino!
  5. Pollo, patatine, birra fresca e una meravigliosa vista panoramica su Praga. Me lo ricordo come un momento di stanchezza dopo una giornata a scarpinare, ma con il cuore pieno di soddisfazione.
  6. E a proposito di scarpinare, eccoci di ritorno da Praga pronti per un'altra zonzolata fra le valli trentine. Che giornata, che sole, che aria fantastica! Da inebriarsi polmoni e cervello per l'ossigeno respirato.
  7. Sempre a proposito di scarpinaggio estremo e di stanchezza, una bella revisione alle giunture non guasta. :-) Grazie Remo da tutte e quattro le nostre ginocchia.
  8. Prendi una domenica mattina, metti una zonzolatina fuori porta, mescola per bene un buon caffè macchiato, aggiungi la vista lago e hai fatto la ricetta di una giornatina affatto male.
  9. La ciambella alla ricotta e limone, super light, super buona, super richiesta da Massi.

Tante altre cose belle nella Serendipity Box n° 105:
  1. La voglia di rinnovo che mi prende durante e dopo le vacanze estive. So che ce l'hanno in tanti, deve essere una cosa istintiva. Per me è stata oltre che una bellissima occasione per rispolverare pennelli, spugne e tessuti, una straordinaria valvola di sfogo.
  2. Un aperitivo fatto in un posticino nuovo per salutare un collaboratore che se ne va.
  3. Lui (Massi) che corre e io che nell'attesa, dopo aver macinato un po' di chilometri intorno al Lago di Ledro, mi tuffo in un cappuccino con un quintale di panna montata da oscar.
  4. Il nostro cane e le feste che ci regala sempre e comunque. Inesauribile fonte di spensieratezza, per lui astio, lamentela, malafede e così via sono parole senza alcun significato, inesistenti nel suo vocabolario. Perché checché se ne dica, anche se gli manca la parola, si fa intendere benissimo.
  5. Forse nelle mani non si capisce bene la reale misura, ma questo bolide super ‪biologico‬ ha raggiunto il modico peso di 1,640 kg! Pensavamo che la stazza avrebbe inficiato sul ‪gusto,‬ ma in realtà era una vera delizia: corposo, denso e saporito. Manco è servito il sale da tanto che era buono. Evviva gli orti e i loro regali!
  6. La canzone della mia estate 2015. Non so quante volte l'ho ascoltata.
  7. Un pranzo di famiglia tutti assieme. Ridere a non finire quando io e Massi scherziamo con la nostra famiglia sul fatto che potremmo fare i soldi vendendo ai parenti apparecchi acustici. L'età avanza per tutti ahimè. Ma che ridere!
  8. Questa non serve nemmeno spiegarla. La foto di questo panorama parla da sé. (Piz Boè)

Di sicuro non sono in ordine temporale; nel ricostruire devo aver fatto un po' di confusione, ma poco importa la corretta sequenza, quello che importa è il contenuto di questa Serendipity Box n° 106:
  1. Le finestre colorate e fiorite dei rifugi di montagna.
  2. I momenti che passo con i miei a chiacchiere. Se poi siamo a Riva del Garda, con vista lago e davanti a un caffè è il massimo.
  3. Soffrire di una acutissima forma di claustrofobia di ritorno al lavoro dopo tanto zonzolare. Uscire dall'ufficio, vedere che Massi è stato colpito dal mio stesso morbo e allora salire in sella alla moto (io facendo il solito zaino umano) e partire con destinazione "anywhere". Ritrovarsi in una veranda con una bella coppa di gelato fra le mani e rappacificarsi col mondo.
  4. La gigantesca luna che spuntava fra le montagne sul lago a fine agosto. Purtroppo la foto non le rende merito perché era meravigliosa!
  5. Assaggiare una nuova cioccolata che mancava alla nostra collezione. Ma che buona che era!
  6. Un piatto buono che mi ricorda una serata passata in compagnia di amici fatta di talmente tante chiacchiere e risate che il tempo è volato e il locale chiuso.
  7. Passeggiare nel bosco e lungo un sentiero trovare un messaggio di una persona in cerca d'amore. Qualcuno di romantico esiste ancora? No, perché su un sentiero così al massimo si può sperare in qualche cerbiatta. ;-)
  8. "No, ora mi fermo! Con un tramonto così mi fermo e me lo godo." Ecco cosa ho pensato dopo essermi affacciata alla finestra e aver visto questo spettacolo. Sono tornata in casa, ho preso una sdraio, mi sono acquattata a godermi lo spettacolo cercando di cogliere tutte le gradazioni di colori che il cielo mi regalava.
  9. Festeggiare i compleanni delle persone care. Creare dolci pensandoli appositamente per loro cercando di incontrare gusti e caratteri. Mangiarli di gran gusto tutti insieme.
Ancora zonzolate e tanti buoni assaggi nella Serendipity Box n° 107:
  1. Il gelato. La ricerca di gusti inusuali, il piacere di gustarli, il piacere di vederli in una coppa così.
  2. I fuochi d'artificio per la Notte di Fiaba a Riva del Garda. Quaranta minuti di spettacolo nel cielo e di riflesso sull'acqua.
  3. Le mangio rarissimamente, ma quando lo faccio me le gusto proprio. Ma quanto sono buone le chips fritte? Da notare gli angoletti del pacchetto ben ripuliti.
  4. Sfornare, come sempre in quantità industriali e rigorosamente con Massi, i suoi biscotti preferiti per la colazione, questi qua per intenderci.
  5. Il piatto in sé faceva pena, scarsissimo e carissimo, ma mi ricorda un pranzo con colleghe che mi è piaciuto proprio. P.S.: dopo aver pagato una follia cinque foglie di insalata, quattro fette di pomodoro e tre straccetti di pollo, ci siamo mangiate un bel gelatone (altro momento di serendipity papillare). P.P.S.: in quel locale non mi rivedranno più.
  6. Tanto per capirci ecco quello che per me è un pranzo (o parte di esso), mica la robetta insulsa del punto precedente. E poi una volta pronto era così buono che mandarlo via WhatsApp a Massi che era fuori per lavoro per fagli gola mi ha pure divertita assai. Tanto crudele io, eh sì. ;-)
  7. Un bellissimo fine settimana trascorso a Venezia. Che incanto che è questa città!
  8. Un aperitivo con i famosi cicchetti veneziani potevamo farcelo mancare? No eh! Anche se era tardi e i cicchetti oramai decimati.
  9. Il mio primo zaeto veneziano assaggiato! Evviva! Il primo di una bella serie... ;-)

Un tripudio di colori meravigliosi raccolti nella Serendipity Box n° 108:
  1. Non sono mai andata in gondola e mi piacerebbe provare. Chissà un giorno magari mi capiterà. Ma quanto sono belle ed eleganti? E' un piacere vederle per i canali, alcune hanno decorazioni bellissime e poi sono così romantiche. :-)
  2. Piazza San Marco, i suoi loggiati e il bellissimo effetto ottico che fanno. Un po' meno bello è l'effetto ottico dei 7,5 Euro per un caffè sui listini prezzi. Dopo una stropicciata d'occhi abbiamo visto che ci vedevamo benissimo! ;-)
  3. Questo gelatone mega qui, uno della corposa serie veneziana, era di un buono pazzesco. Il gusto con ricotta e fichi secchi era da mandare in estasi.
  4. Burano: non ci ero mai stata e me ne sono innamorata. Che colori, che viuzze, che meravigliosa zonzolata.
  5. La panchina coloratissima di Burano in cui ci siamo seduti. Già le panchine su cui potersi sedere sono rarissime, quelle libere sono veri e propri miraggi. Le spettava quindi di diritto un posto in questa box visto che era praticamente l'unica libera che abbiamo trovato e che ci ha alleggerito i piedi per qualche minuto dopo tanto zonzolare.
  6. Lo avevo già visto fare da piccola ma è sempre un piacere tornare a vedere come si lavora il vetro soffiato a Murano.
  7. Le piccole meraviglie che si riescono a realizzare col vetro, i colori, la tecnica. Mi piacerebbe proprio provare un giorno.
  8. Andare al Lido di Venezia proprio mentre è in corso la Mostra del Cinema. Nessun VIP avvistato all'orizzonte, ma è stata una bella esperienza girovagare per le strade e cogliere l'atmosfera.

Da Venezia fino ad arrivare quasi ai giorni appena trascorsi nella Serendipity Box n° 109:
  1. Tagliolini fatti in casa con sugo di scampi e porcini. Un pranzetto col mio Massi davvero delizioso in un posto magnifico. :-)
  2. Il caffè del dopo cena con dolcetti: Pan dei Dogi sulla destra e Moretto di Venezia sulla sinistra. Favolosi entrambi, ce li siamo divisi a metà gustandoceli lentamente da tanto che erano deliziosi.
  3. Gli orecchini in vetro di Murrina che ho comprato per ricordo.
  4. Il pranzo a base di pizza, focaccia con cecina e focaccia con pomodorini che ho preparato in famiglia in dosi pantagrueliche e di cui non è avanzata nemmeno una briciola. (La foto è presa dal post)
  5. I regali della natura: prugne biologiche buonissime e sanissime. Mangiarle direttamente dall'albero poi è favoloso.
  6. Il mio braccialetto nuovo, arrivato in regalo direttamente da Expo tramite Massi. :-)
  7. I macarons che ha portato Veronica in ufficio. Buonissimi! Sono andati a ruba!
  8. La piacevole soddisfazione di sapere che questa immagine non è dedicata a me. Il fatto di riuscire a godere della bellezza del momento, riuscendo ad imprimerlo nella memoria e con un clic senza passare gli attimi successivi a battere sulla tastiera del mio cellulare per rendicontare ciò che faccio al mondo ogni singolo istante della mia esistenza, o stare a leggere ciò che gli altri stanno vivendo togliendo tempo alla mia di vita. Riuscire comunque a raccontare dei bei momenti vissuti in questa piccola rubrica a cui trovo sempre più pregi. (Immagine geniale tratta qui)


L'aforisma degli ultimi giorni trascorsi è quindi:
"Life is what happens to you while you're looking at your smartphone."
(Vedi Serendipity Box n°109, punto 8)


Spero che l'aforisma, assieme a queste raccolte di piccoli grandi piaceri facciano riflettere su quanto il tempo, maledettamente sfuggente, sia tanto prezioso da non poterlo sprecare a osservare un aggeggio o la vita degli altri. Non siamo spettatori delle nostre vite e di quelle degli altri, siamo gli attori! E conta solo: BUONA LA PRIMA!

Buone giornate a tutti e un applauso a chi è arrivato in fondo a leggere tutto! ;-)

10 commenti:

  1. Questi box diventano semprepiù belli ed interessanti. Pensa sono anni che vado a Venezia la conosco tutta dal punto di vista quasi veneziano quello che i turisti non sanno...ma a Burano non ci sono mai stata devo rimediare.
    Pensa che il TRDLO dolce ceco è uguale come metodo di farlo e cottura poi ha alcuni differenze dell'ungherese "Kurtőskalács" che è uno dei dolci più antichi e nella regione Transilvania.
    Se vuoi vederlo lo cerchi con google con questo nome e anche sul mio blog.
    I gelati favolosi e quel pomodoro lo avrei assaggiato volentieri.
    Peccato eri molto vicina a me ma cosa vuoi Trieste è nell'angolino e tutti si fermano prima.
    Se ritorni la migliore in assoluto mozzarella in carrozza e non solo al locale sito Sottoportego della Bisa. Un abbraccio e scusa il lungo commento. Buona giornata e buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara Edvige! Non sono mai stata a Trieste, un vero peccato, ne sono sicura. Se mai riuscirò ti farò sapere senz'altro :-) Bacioni e buona serata!

      Elimina
  2. Quanto è vero ciò che è scritto nell'aforisma! Sempre più belle le tue serendipity box.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Fra, mi fa davvero piacere quello che scrivi. Un abbraccio!

      Elimina
  3. Mai visto Praga.... Ma tante foto di posti bellissimi e ricordi davvero speciali.... Se ti può consolare io navigo nella caldazza più estrema (oggi c'erano 38° all'ombra!!) quindi le vacanze le ho ancora appiccicate addosso.. ma almeno la parte più sgradevole... mi manca la spiaggia.... Un bascione gioia e ben trovata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piacerebbe un sacco dedicare un post a Praga, solo che ci vuole così tanto tempo per scriverlo. Anche qui faceva caldissimo, sembra tornata l'estate, altro che crepuscolo... ehehehhe Bacioni a te e grazie per essere passata! :-)

      Elimina
  4. tutti molto belli che ci hanno permesso di sognare anche noi sulla nostra sedia, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te Günther! Buona serata!

      Elimina
  5. che gran bel cane, ha un bello sguardo, venezia è sempre fonte di gran belle emozioni,comunicate una grande serenità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Carmine, è bellissimo quello che ci scrivi :-)

      Elimina

Torna su