Enjoy food, travels and life

Uno dei luoghi che proprio non potevamo e volevamo perderci e di cui avevamo visto un sacco di foto e letto molto era la Monument Valley, una a dir poco straordinaria piana desertica al confine tra Utah e Arizona.
Le indicazioni per arrivarci le abbiamo trovate piuttosto scarse, ma il nostro navigatore (strumento a nostro avviso indispensabile per viaggiare tranquilli) sapeva per fortuna esattamente dove condurci.
Per ammirare queste incredibili formazioni rocciose chiamate "butte" occorre entrare nel Monument Valley Navajo Tribal Park (qualche info qui), aperto tutto l'anno e la cui entrata costa 5$ al giorno.

Monument Valley cosa fare e vedere viaggio USA fantastico - What to see and to do

All'interno del parco si può seguire un percorso non asfaltato e decisamente sconnesso di 17 miglia (circa 27 km). La velocità con cui lo si percorre è piuttosto bassa viste le condizioni della strada (tanto il limite è 15 mile/h) e numerose sono le soste proprio obbligatorie per potersi godere a pieno il paesaggio, per cui ci possono volere anche tre o quattro ore per girarlo con calma. Ovviamente se lo si desidera si può restare anche di più e addirittura campeggiare (prima informatevi bene però).


Non c'è che da sbizzarrirsi sulle fotografie, il posto è magnifico e davvero indimenticabile.
Il colore rosso delle pareti rocciose dovuto alla presenza di ossido di ferro nelle rocce è straordinario. Incredibile ma vero, queste butte sono praticamente arrugginite. :-)
Sono rocce fragilissime che paiono staccarsi da un momento all'altro tanto sono in equilibrio precario. Anche la terra al suolo è rossastra e molto fine e friabile.


Nonostante che fossimo appena stati al Grand Canyon e che quindi il nostro occhio avesse già visto la maestosità della natura, siamo rimasti comunque ammaliati anche dalla vastità di questo posto magico e incantato.
Ciò che avevamo visto in foto o nei film (per esempio dai Western a Ritorno al futuro) era davanti a noi, senza confini, senza limiti, semplicemente perdendosi all'orizzonte, regalandoci una delle esperienze più uniche e indimenticabili che ci possano essere.


Grazie alla mappa presa all'entrata del parco e ai cartelli che scandiscono il percorso è davvero facile identificare le formazioni rocciose e orientarsi. Ogni angolo, ogni butte, ogni mesa ha un nome. Eravamo consci di trovarci in un luogo unico al mondo le cui origini affondano nella più lontana storia della Terra.


All'interno del parco, lungo il tour si possono scorgere piccoli insediamenti di alcuni Navajo (pronunciato - ce lo siamo fatti spiegare bene - Nà-va-ho e non Na-và-ho come interpretavamo noi). I componenti di queste antiche tribù indiane sono gentilissimi e fieri, sia della loro cultura che nell'aspetto.


Non è difficile immaginarsi di stare in mezzo ad un film western, tra cavalli, polvere, pistoleri e carovane.
L'emozione che genera questo luogo è difficilmente descrivibile a parole e capiamo benissimo il perché venga gli attribuito un nome così altisonante e importante. Un luogo storico, immutato da anni, magico dove il tempo si è fermato, dove gli spazi sono infiniti, dove ci si sente un microscopico puntino nell'immensità e nonostante questo tremendamente e irreversibilmente legati alla natura.


Tutto il complesso del parco è gestito da indiani autoctoni della tribù appunto dei Navajo, compreso il View Hotel Visitor, di recente costruzione (2009) in cui sono presenti un museo, un giftshop, un bar/ristorante e ovviamente camere dove poter soggiornare. I prezzi non sono propriamente a buon mercato, soprattutto per quanto riguarda i gioielli prodotti direttamente dagli indiani locali. Alcuni manufatti li ho trovati veramente bellissimi con le loro pietre turchesi ritagliate in svariate forme.

Per chi ha tempo e soldi da spendere c'è la possibilità di fare anche dei tour guidati in jeep che possono portare anche in zone vietate ai veicoli privati. Sempre per informazioni vedere il link che ho riportato in alto.

E mi raccomando anche qui il binocolo è d'obbligo!

P.S.: non lontano da questo bellissimo parco c'è un punto chiamato "Four Corners", ossia il punto di incontro fra quattro differenti Stati americani: Arizona, New Mexico, Utah e Colorado.

Immagine tratta dal Web

Se avete tempo e avete voglia di fare una foto davvero particolare per il fatto che contemporaneamente si possa essere in quattro Stati diversi (un dono virtuale dell'ubiquità) questo allora è il posto ideale. :-)

42 commenti:

  1. FAVOLOSO!!!!!! quanto vorrei andarci:)
    Un bacione e tanti auguri per una felice e serena Pasqua!!

    RispondiElimina
  2. tu lo sai vero che io ai post dei viaggi non resisto? e se poi la meta è una meta che sta lì, sparpagliata nel cassetto dei sogni da viaggiare già da un pò, come un mucchio di cartoline, figurati... un bacino, sere

    RispondiElimina
  3. questa sì che una super signora zonzolata! grazie delle foto della carina e delle spiegazioni, sembrava essere un pò lì con voi. buone feste, un abbraccio mony

    RispondiElimina
  4. Che bellezza cara ma che zonzolata da sogno che avete fatto. Foto stupende. Quella con le casette in lontananza mi ricordano il film di Quentin Tarantino, Kill Bill. Bacioni e buona Pasqua

    RispondiElimina
  5. Ammazza che spettacolo!!!! Io morirei di fronte ad un paesaggio simile.. Bellissime foto.. Buona Pasqua.. Un baciotto :-)

    RispondiElimina
  6. Un rapido saluto ed un augurio sincero per una serena Pasqua!

    RispondiElimina
  7. E’ incantevole questo scenario. Incolla al monitor, immagino viverlo dal vero. Un bacione e tantissimi auguri di buona Pasqua :)

    RispondiElimina
  8. Foto spettacolari! :) Davvero bellissime :)
    Buona Pasqua, cara!
    Incoronata.

    RispondiElimina
  9. Sembra davvero di essere in un film! Bellissime foto, come sempre! Fateci sognare! Un bacio!

    RispondiElimina
  10. Che esperienze ragazzi, e che posti! Bravi, mai smettere di zonzolare :)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. Che posti fantastici! Foto stupende! Buona Pasqua

    RispondiElimina
  12. tesoro buongiorno:* le vostre foto, racconti di viaggio e piccole chicche imperdibile fanno venir voglia di fare le valigie e partire.. cartoline stupendi.. grazie per questo regalo! auguro a voi una splendida e serena PAsqua:* un abbraccio grande grande

    RispondiElimina
  13. Fantastico!!! Questo non l'ho mai visto! Grazie di aver condiviso con noi queste foto così belle!!! Approfitto per augurarti buona pasqua! Un bascio!!!

    RispondiElimina
  14. Meraviglia e voglia di correre a preparare le valigie, ecco cosa suscita il vostro post!!
    Buona Pasqua e tanti baci!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. Fortunata! Vorrei tanto arrivare da quelle parti.
    Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  16. Voglio fare la valigia oraaaaaaaaaaaaaaaaaaa! :D
    Scusa l'urlo, se si è sentito fino a lì, ma è davvero un mio sogno nel cassetto...

    RispondiElimina
  17. Posti meravigliosi, e soprattutto foto meravigliose.
    buona Pasqua!

    RispondiElimina
  18. ecco....noi fino a qua non ci siamo spinti perchè siamo andati verso San Francisco, ora vedo cosa ci siamo persi, un vero spettacolo della natura.
    Un bacione e Buona Pasqua a te e al tuo Massi
    sabina

    RispondiElimina
  19. ecco, lo sapevo.... tu con questo post vuoi darmi la mazzata finale! che dire? meraviglia :-)

    RispondiElimina
  20. Che meraviglia! Ma ci abitano davvero delle persone lì in mezzo?!

    RispondiElimina
  21. incantevole mi hai fatto sognare!!!buona Pasqua

    RispondiElimina
  22. Che bello viaggiare con voi....grazie per questo reportage e per l'entusiasmo con cui ne parli, fa venire la voglia di andarci immediatamente!

    Auguri di una buona Pasqua, ovunque la passiate ;)

    RispondiElimina
  23. Che spettacolo della natura!
    Buona Pasqua!!! :)

    RispondiElimina
  24. Eccola la mia viaggiatrice preferita! Sempre in giro, sempre alla scoperta di posti da sogno... che dire, viaggiare insieme a te e le tue foto è sempre un gran piacere!
    Tanti auguri di buona Pasqua con un forte abbraccio e...alla prossima avventura:)!

    RispondiElimina
  25. amo l'America e anche qui ci sono stata durante il mio viaggio, ho adorato questo posto, davvero ti sembra di essere catapultato in un film, per non parlare di quando tramonta il sole e tutto diventa rossissimo!!! che ricordi!! un bacio

    RispondiElimina
  26. Senza parole!! sono luoghi stupendi!! Già sembra proprio di essere in un film western..

    RispondiElimina
  27. Ma.. questi viaggi? Non è ora di iniziare di pensare di mettermi in valigia? Non sporco non abbaio e non mordo, sia chiaro;)
    Scerzi a parte, il colore rosso delle rocce mi ricorda il colore delle rocce a picco sul mare della Bretagna, stessa materia evidentemente! QUesta è l'America che mi piacerebbe visitare:)
    a presto cari e buona Pasqua:*

    RispondiElimina
  28. Complimenti per questo post! Ps Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  29. Un posto che vi ha fatto vivere grandi emozioni e che siete riusciti a trasmetterci attraverso le vostre bellissime foto!
    Buona Pasqua
    Carmen

    RispondiElimina
  30. Mi sono sollazzata con queste immagini, che belle! Davvero sembra di vedere Ritorno al Futuro 3 :)
    Approfitto del passaggio e vi auguro buona Pasqua!

    RispondiElimina
  31. rieccomi finalmnete.io davanti alla natura rimango sempre senza parole! grazie davvero per il reportage!!! che voglia di viaggiareeeeeeeee!!!

    RispondiElimina
  32. non ero mai negli Stati Uniti, chissà se un giorno non riesca a vedere anche questa meraviglia! Buona Pasqua e pasquetta ! un abbraccio !

    RispondiElimina
  33. che posti spettacolari! spero di passarci anche io al più presto :))

    RispondiElimina
  34. La mia invidia cresce a vista d'occhio.
    Che posti meravigliosiiiiiiiiiii

    RispondiElimina
  35. *_*
    ecco la Monument Valley l'abbiamo saltata, purtroppo...meravigliosa!

    RispondiElimina
  36. Questo è uno dei posti dove devo andare.. ho visto San Diego e Los Angeles.. ma il Gran Canyon non sono proprio riuscita a metterlo dentro il mio viaggio ed è uno spettacolo unico..
    In ritardo.. Buona Pasqua...

    Not Only Sugar

    RispondiElimina
  37. Chissà dove starai zonzolando ora... quando torni spero vorrai passare da me che ho voluto dedicarti un pensiero con stima e simpatia! Ciao :)

    RispondiElimina
  38. Anch'io anch'io anch'io ! Anch'io voglio vedere con i miei occhi queste meraviglie ! Elena super complimentissimi per la rivista on line che avete creato ! La seguirò sempre, già ho sfogliato pagina per pagina la prima !

    RispondiElimina
  39. Grazie mille di cuore a tutti e ricambio (anche se in ritardo) gli auguri. Un bacio a tutti e l'augurio che tutti possiate visitare (o tornare in) questi splendidi posti :-)

    RispondiElimina
  40. Complimenti per lo splendido reportage!!! Un bacione

    RispondiElimina
  41. mamma mia che panorami e che foto stupende! il viaggio in america per una come me che vive in un paesello sperduto nella contea di camelot è davvero un sogno ....chissà se riuscirò mai a realizzarlo!!!!

    RispondiElimina

Torna su