Enjoy food, travels and life

L'infinito verde

Sempre caro mi fu questo colore,
e questa vista, che dal balcone
dell'ultimo orizzonte il guardo porta.
E sedendo e mirando, interminati
spazi di verdi boschi,
e verdi baccelli appena raccolti
io nel ricordo ritorno, ove per poco
il cor si commuove. E come il vento
odo accarezzar i bei gerani, io quello
infinito verde fra le mie mani
vo comparando: e mi sovvien l'infanzia,
e la nonna, e le altre donne
che altrettanto han fatto. Così in questa
cassa s'annega il pensier mio:
e lo sgranar m'è dolce con codesto color.

By Zonzo Pardi 2012 © :-)

Piselli sgranati peas vegetables

Bene! Anche la bischerata quotidiana è andata! Ecco qua il risultato di tanto "piacevole" (al ricordo!) lavoro. Una montagna verde che non accennava a calare, una montagna di baccelli biologici verdissimi che crocchiavano al solo aprirli tanto erano freschi.
Due ore e mezzo per sgranare una cassetta stracolma di baccelli di piselli come si faceva una volta, come io facevo quando aiutavo la nonna in giardino, come le mie amichette facevano aiutando le loro nonne nei loro giardini, come quando le vecchiette si riunivano con le loro cassette all'ombra dei platani in paese con le cicale che frinivano, per sgranare e spettegolare del più e del meno. Cassetta da un lato, sacchetto per gli scarti dall'altro e ciotola fra le gambe. Piselli, fagioli, ceci, quel che c'era, c'era.


Cose di una volta, cose lontane che ho rivissuto con un senso di nostalgia; tempi passati, lontani ma non dimenticati. Mi son proprio chiesta mentre mi rovinavo le unghie e mi tingevo le mani di verde a quanti ancora oggi hanno la possibilità (fortuna o no, dipende dai punti di vista) di fare altrettanto.

Beh diciamocelo, dopo il decimo baccello: due palle allucinanti!
Ma ogni tanto è piacevole naufragar nell'infinito verde! :-)

19 commenti:

  1. Mi hai fatto venire la nostalgia anche a me...Bellissimo ricordare quei momenti lontani quando aiutavo mia madre in questo lavoretto!! Un bacione cara!

    RispondiElimina
  2. Grandeee!!! Splendida rivisitazione di una poesia che amo, per un'attività che adoro: sgranare i legumi riporta anche a me all'infanzia e poi, come Amélie del film Il fantastico mondo di Amélie, passerei le ore ad affondare le mani nei legumi freschi appena sgusciati ^_^

    RispondiElimina
  3. che bel verde...è vero sgranare i piselli, a lungo andare, è una tortura...ma potrebbe anche essere un buon antistress :))!!
    Purtroppo non ho avuto mai il piacere di fare questa "faccendina" cn la mia nonna...però questo tuo ricordo ne ha accesi in me degli altri bellissimi :)!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  4. Adoro il verde dei piselli...mi tranquillizza...anch'io sgranavo i piselli con mia nonna...che bei tempi....Baci

    RispondiElimina
  5. che ricordi!! anche io lo facevo da piccola.. :-)
    che meraviglia questo color verde che allieta i nostri occhi, sicchè leggere di un semplice "sgranar" diventa pura poesia.
    siete fantastici.
    vaty

    RispondiElimina
  6. IL titolo è bellissimo :) ahah! Non ho mai sbucciato baccelli ma.. in compenso mio padre mi faceva pulire barattoloni di acciughe sotto sale. In quel momento il gatto mi adorava...! :)) Stupendo il verde :)

    RispondiElimina
  7. Ahahahaahah bellissimo questo post! :D Eh si, attività noiosa ma molto ZEN oserei dire :D Da piccola ero l'addetta alla sgranatura di piselli e fave O_O Adesso, quando lo faccio, il mio gatto mi fissa e appena può ruba una buccia per giocarci! :D Da oggi ti seguo, complimenti :)

    RispondiElimina
  8. Estasiata dalla freschezza di questi baccelli.. perfetti, verdi, luminosi che parlano di una natura vera, quella che un giorno mi piacerebbe vivere a pieni polmoni e a piene mani in terra.. io figlia della città proprio posso solo immaginare le scampagnate felici a raccogliere meraviglie! meno male che ci sono gli amici a regalarmi l'incanto... e le foto sono davvero superbe! un bacione a voi:*

    RispondiElimina
  9. E' vero!!! Anche io da piccina mi divertivo da morire a raccogliere e a sgranare i piselli.. A dire la verità metà me li mangiavo crudi.. Non so se è normale ma mi piacevano da matti e la mia nonnna naturalmente mi lasciava fare:) Se devo farlo ora mi ci vuole un buon sottofondo musicale!
    Un bacione a presto:**

    RispondiElimina
  10. ahahahhahaha bellissima poesia! Si capisce che eravate ispirati da queste meravigliose tonalità :)
    Un abbraccio, Chiara

    RispondiElimina
  11. ahahahahhh mi fai morire,.... giochi da bambini rotture da grandicelli... meraviglia della natura però, verde verdeggiante anzi!!!

    RispondiElimina
  12. Bellissima poesia e simpatico il nome del poeta!!
    Penso che il povero Giacomo si mangerebbe le mani se sapesse che qualcuno ha avuto una così bella idea ... non è da tutti scrivere un'ode ai piselli!!
    Sei fortissima!!
    Baci Carmen

    RispondiElimina
  13. Bello bellissimo questo post! La poesia è da urlo, per chi come me scribacchia filastrocche per bambini a tempo perso ( il mio sogno? Scrivere un libro di favole e poesie per bambini e disegnarne le storie ). I pisellini poi son buoni anche crudi, così dolci che si sciolgono in bocca... io non ho avuto la fortuna di star con mia nonna a sgranare baccelli e piselli in giardino, purtroppo no... però questa immagine mi fa star bene, come se l'avessi fatto davvero, o mi riporta alle volte in cui ho avuto l'occasione di farlo. Quindi grazie per le belle parole che hai scritto e per le foto.
    Buona notte

    RispondiElimina
  14. Ne so qualcosa......poco tempo fa ne ho sgranati 10 kg!!!!! I tuoi hanno un colore bellissimo!!!!!!

    RispondiElimina
  15. Incantevole la poesia e altrettanto le foto!
    Buona giornata! :)

    RispondiElimina
  16. Vedo che i ricordi sono comuni...anch'io aiutavo sempre i miei genitori in quest'ardua impresa...sia con i piselli che con i fagioli...ma quanto mi piaceva!!!! Mi sentivo grande nel rendermi utile... ora invece davvero, dopo il decimo pisello sgranato...che due maroni!!!! Ahahahaahahah! Un bacione cara e buon week end! PS - ma che ci farai mai con questi piselli?????? Ricetta! Ricetta!

    RispondiElimina
  17. a parte che ai miei bambini (10 anni e 6 anni) lo sgranare piselli fa divertire una cifra (e io ovviamente approfitto alla grante) non cambierei mai il piacere di quel verde.. e la poesia è magnifica!!

    RispondiElimina
  18. Buona domenica, anche se volessi aiutarti a sgranare credo che a quest'ora tu abbia già fatto :-D Ieri ho sgranato fagioli, ho chiesto a ello di aiutarmi, lui mi ha risposto: è un lavoro troppo modesto per me :(
    In attesa di trovare un lavoro adatto alla sua "levatura" continuo a sgranare fagioli e ti saluto :-D

    RispondiElimina
  19. Grazie di cuore a tutte! Mi fanno davvero molto piacere le vostre parole :-) Siete sempre tanto carine e gentili! Mi fa anche piacere leggere che ancora in tante hanno la possibilità di dedicare il tempo a queste attività che sembrano ormai qualcosa appartenente al passato. E' un lavoraccio ma dà sempre soddisfazione e il verde è un colore davvero stupendo. Un caro abbraccio a tutte!!!

    RispondiElimina

Torna su