Enjoy food, travels and life

Molte volte gli gnocchi di patate che si assaggiano in giro o che si acquistano al supermercato hanno una consistenza dura e gommosa, quasi da chewing-gum e sanno solo di farina. Ovvio che poi son questioni di gusti ma per me gli gnocchi, quelli buoni, sono quelli morbidi che si sciolgono in bocca e che sanno veramente di patate.
La durezza e gommosità di queste palline irresistibili può dipendere da molti fattori, in primis dalle materie prime e dal loro dosaggio e poi dalla manualità di chi li ha preparati.

Ricetta per gnocchi di patate perfetti - potato gnocchi perfect recipe

Innanzitutto occorre scegliere un'ottima materia prima: le patate.
Quelle ideali per noi sono quelle rosse di montagna a pasta gialla perché contengono un minore tenore di umidità per cui necessitano di meno farina nell'impasto. Ad ogni modo sono ottime tutte quelle più ricche di amido e in ogni caso è bene scegliere sempre quelle più vecchie che saranno senz'altro più disidratate e farinose.


Gnocchi di patate

Preparazione: 30 min.Cottura: 50 min.Riposo: nessuno
Porzioni: 4 Kcal/porzione: 275 circa
Ingredienti:

  • 600 g di patate biologiche per gnocchi
  • 150 g di farina 00 (ma anche 180 – dipende dall’impasto)
  • 1 tuorlo¹
  • Sale q.b.
Preparazione:

  1. Lavare le patate e immergerle con la buccia² in un pentolino ricoprendole di acqua fredda. Portare a bollore e farle cuocere fino a che infilzandole con una forchetta non opporranno alcuna resistenza al suo affondamento. Scolarle bene e lasciarle raffreddare completamente. Questa operazione si può fare anche la sera prima.
  2. Privarle della buccia e poi schiacciarle con uno schiacciapatate riducendole in purea.
  3. Formare una fontana, unire solo 100 g di farina, un pizzico di sale ed eventualmente il tuorlo d'uovo.
  4. Lavorare fino ad ottenere un impasto omogeneo. Qualora tendesse ad attaccarsi troppo (cosa che può dipendere dal tenore di umidità nelle patate e dall'aggiunta dell'uovo) unire altra farina.
  5. Infarinare leggermente il tavolo di lavoro con la restante farina (circa 50 g).
  6. Dividere l’impasto in varie parti e formare con le mani dei bastoncini di pasta larghi circa 1,5 cm.
  7. Tagliare gli gnocchetti della lunghezza di 2 cm circa e poi passarli sull’apposito strumento che li riga o sui rebbi di una forchetta rovesciata e leggermente infarinata. Mia nonna li passava sul retro di una grattugia per formaggio.
  8. Tuffarli in acqua bollente salata fino a che non torneranno a galla. Io li lascio qualche secondo in superficie prima di scolarli.
  9. Condirli a piacimento secondo i gusti.
Note:

  1. L'uovo è facoltativo, io in questo caso non l'ho messo perché la pasta delle patate (biologiche per gnocchi e di prima qualità della Val di Gresta) mi ha permesso di ottenere la giusta consistenza e inoltre eravamo solo in due per cui dimezzando le dosi non mi andava di sprecare solo metà tuorlo e lasciare l'albume. Qualora l'impasto non tenesse bene allora aggiungere l'uovo e di conseguenza anche un altro po' di farina (in questo caso a "occhio", anzi a "mano"). Insomma la scelta se inserire o no l'uovo dipende dall'impasto e dai gusti personali. Più farina si usa, più però aumenterà la durezza degli gnocchi. Io lo consiglio se le dosi fossero per 8 invece che per 4. Per 4 può bastare anche un tuorlo.
  2. E' preferibile non pelare le patate in quanto la buccia permette di trattenere amido e quindi di utilizzare meno farina nell'impasto.
www.zonzolando.com © - All rights reserved


Una curiosità
Perché gli gnocchi quando son cotti vengono a galla? In realtà non vengono a galla perché sono cotti ma perché micro bollicine di aria che si formano per effetto della bollitura si vanno ad inserire nelle superfici porose degli gnocchetti che quindi vengono a galla. Se infatti si aspettasse qualche tempo gli gnocchi tornerebbero sul fondo come qualsiasi altro tipo di pasta. Ed ecco perché li lascio cuocere qualche secondo in superficie prima di scolarli.


Piccole varianti
C'è chi ama aggiungere nell'impasto un pizzico di noce moscata, una spolverata di Parmigiano Reggiano o qualche pizzico di spezia.

Insomma la ricetta base è questa, poi sbizzarritevi a piacimento! E buon appetito!

20 commenti:

  1. Sono stupendi, e concordo ci vogliono le patate giuste!! :)

    RispondiElimina
  2. Ma sono perfetti!!!!
    Che bravaaaaa grazie per i consigli, utilissimi per una alle prime armi con gli gnocchi di patata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh non credere che io abbia molta più esperienza. Mi sono documentata un sacco, ho chiesto consigli a destra e a manca e li ho fatti e rifatti. Questa ricetta infine l'ho scelta perché secondo me dava il risulato migliore. Grazie mille! a Presto!

      Elimina
  3. Che bontà gli gnocchi!!!
    I miei preferiti sono quelli alla sorrentina ma comunque sia, mi pacciono in tutte le salse!!
    Baci,baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non li ho mai provati? Lo so mi vergogno a dirlo! Devo assolutamente sapere come li prepari tu :-p Baci!!

      Elimina
  4. Che meraviglia mia cara, li adoro..e i tuoi son semplicemente perfetti ^^
    Buon fine settimana, a presto :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ileana grazie mille! Buon fine settimana anche a te! A presto e bacioni!!!

      Elimina
  5. ma senti... neanche la macchinetta del giovanni rana li fa così belli!!!
    scusa se manco da un pò e per un pò, appena riesco spiegherò il motivo post varicella, spero che mi scuserete e continuerete a seguirmi....
    un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha mi fai morire Monica. Come ho scritto sopra li ho fatti e rifatti in più volte e quindi diciamo che ho preso una certa manualità. Con tutti gli esperimenti che ho fatto vi dovreste stupire se fossero venuti brutti ahhahahahahha BACI e non ti preoccupare che ti seguo sempre!!

      Elimina
  6. sono perfetti: complimenti!! hai ragione sugli gnocchi che si mangiano in giro. io abituata a quelli di mia mamma che li fa benissimo e sanno solo di patate non li compro mai. ho provato a farli ma non mi vengono bene come a lei.. qstione di pratica? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente la pratica incide tanto ma anche gli ingredienti che usi sono fondamentali. A presto!! CIAO!!

      Elimina
  7. caspita! sono perfetti! che meraviglia, complimenti! un bacio e buona domenica! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!! Buona domenica anche a te :-)

      Elimina
  8. Che buoni gli gnocchi, i tuoi poi sono perfetti...certo non c'è paragone con quelli del supermercato!!!
    Baci

    RispondiElimina
  9. Se sono buoni quanto sono belli (e ne sono certa) allora devono davvero essere strepitosi. Zero voglia di comprarli ancora al supermercato, li prendo da te, quanto vengono al kilo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ciao! ahahah per te son gratis!!! Passa a trovarmi :-) Ah... ti prego cerca se puoi di mettere i feed ai tuoi post perché me li perdo sempre altrimenti... Ciao e baci!!!

      Elimina
  10. mamma mia, sembrano disegnati i tuoi gnocchi *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) Grazie. Comunque è solo esercizio con la forchetta. I primi vengono sempre brutti anche a me, poi ci riprendo la mano ehehehe Ciao!!!

      Elimina

Torna su