Enjoy food, travels and life

Benvenuti al nuovo appuntamento con la "Zonzolando's Serendipity Box", la scatola che serve a ricordare i piccoli grandi piaceri della vita cogliendo il meglio di ciò che ci offre.

Troppo spesso infatti le nostre giornate sono riempite di pensieri e preoccupazioni tendendo a dimenticare il bello che nella vita c'è (sempre!). Con questa scatola voglio immortalare, se non tutto, gran parte delle cose belle che riempiono la mia/nostra vita quotidiana (ma che potrebbe essere anche quella di tutti), dalle grandi alle piccole cose che ci rendono felici e, ancora meglio, sereni.

Riprendo il racconto dall'ultima box pubblicata e proseguo con la Serendipity Box n° 155:
  1. Che meraviglia l'arrivo della primavera, quando la strada diventa un giardino di petali rosa.
  2. Una bellissima mattinata passata con il mio Massi alla ricerca di asparagi selvatici di monte in Toscana. Non solo abbiamo raccolto un delizioso bottino, ci siamo anche goduti il panorama fantastico.
  3. Piccolo murales scovato a Pisa che potrei definire autobiografico. Evidentemente era destino.
  4. Andare a vedere la parata pomeridiana del capodanno pisano: un salto nel passato fra tradizione, costumi e musica.
  5. Del tutto moderni i festeggiamenti serali con fuochi d'artificio sull'Arno a suon di musica.
  6. Io, Massi, Lucca: una combinazione che si traduce nel 90% dei casi in focaccia con la cecìna nel solito posto storico di cui avevo già parlato qui.
  7. Una passeggiata al tramonto sulle mura di Lucca: uno spettacolo!
  8. Le serate che non vogliono finire, quelle in cui al termine di una bellissima giornata vuoi rilassarti con una tazza di tè fumante in mano.

Delizie fatte di carezze e coccole per il palato nella Serendipity Box n° 156:
  1. Fermarsi in passeggiata a Viareggio a prendere un caffè. Godere del sole che finalmente riscalda la pelle, respirare il profumo del mare. Amo queste cose.
  2. Pancakes alla mela per delle colazioni super gustose e incredibilmente leggere.
  3. Sono un lavoraccio da pulire, ma quanto buoni sono gli agretti!
  4. Mezzanotte, ora di andare a letto, ora di spegnere il forno, non vedere l'ora che arrivi il mattino seguente per assaggiare questo plumcake molto "espansivo".
  5. Quando i cani si mettono a pancia all'aria per godersi ogni attimo di coccola. Che teneri saranno?
  6. Le colazioni da campioni fatte di brioche farcite di crema al pistacchio e il super cappuccino del mio Massi.
  7. Il nostro Docs è diventato papà e noi siamo andati a vedere la cucciolata e la mamma. Ho ancora gli occhi a cuoricino.
  8. Passeggiare in ciclabile con un favoloso gelato in mano. Per la cronaca era stracciatella con scorzone di arancia: di una bontà spaziale.

Nella Serendipity Box n° 157 ci sono un sacco di regali, omaggi e pensieri gentili. Siamo proprio fortunati.
  1. L'olio che ci ha regalato Roberto, che viene direttamente dal suo oliveto. Un colore e un sapore incredibili che ci centelliniamo come un elisir preziosissimo.
  2. Un tubo rotto di un bagno che si è tradotto in una riunione inaspettata di famiglia. Un weekend passato tutti assieme allegramente fino alla tavola di Pasqua dove per dolce c'erano questi nidi di meringa con crema al mascarpone. Non importa se si lavora di più, se si cucina per ore e se poi viene spazzolato tutto in un attimo, la gioia di quei momenti ripaga sempre tutta la fatica.
  3. Io, Massi, Docs, il canto confusionario e chiassoso di migliaia di uccelli nel bosco (che solo alle prime ore del giorno è tanto incredibile) e l'alba sulle montagne. Vabbè... mi piacere vincere facile, vero?
  4. L'affogato al caffè per concludere un pasto. La coccola che diventa chiusura in bellezbontà.
  5. Dodici lettori contemporaneamente sul blog: robe da stropicciarsi gli occhi. E gongolo un po', lo ammetto.
  6. La pausa dopo lo shopping sfrenato. Io e Massi ci abbiamo dato dentro. Olé!
  7. Di serendipity nel piatto ce n'era ben poca, ma intorno a tutta la tavolata non è assolutamente mancata. Grazie a tutti gli amici che hanno partecipato alla serata.
  8. E' uno sporco lavoro, ma qualcuno gli assaggi li deve pur fare. Certe volte la vita è proprio dura, ti mette di fronte a difficoltà quali millefoglie con chantilly e fragole, millefoglie con chantilly e lamponi, pan di Spagna con chantilly e meringata. Ma come si fa a scegliere? Come?
  9. Si può che lavoro con coltelli praticamente sempre e riesco invece a farmi male in ufficio? Sì, evidentemente si può. No, il bel taglio alla mano non è stato un momento di serendipity, ma lo è stato il contorno: le cure di Silvia, le risate coi colleghi, l'ammonimento affettuoso di Massi e le sue cure. Grazie a tutti. :-)

L'aforisma degli ultimi giorni trascorsi è:
"Abbi buona cura del tuo corpo, è l'unico posto in cui devi vivere.”
(Jim Rohn)


E come direbbe Troisi "Sì, sì, no. Mo' me lo segno!"
Buoni momenti di serendipity a tutti!

2 commenti:

  1. Ma che mi combini.....beh io sono peggio bruciarsi con la punta del ferro a stiro bollente....il cagnetto a pancia in su adorabile come i piccoli, la cecina la devo rifare ma non è la stessa come quella mangiata sul posto..pazienza. Belli come sempre i tuoi box.
    Buona fine settimana e 1° maggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Edvige! Fa piacere a me sapere che passi di qua e trovi un pochino di cose serene e carine da leggere. Un abbraccio stretto! :-)

      Elimina

Torna su